Da Revine Lago al Sud America: l’avventurosa storia a due ruote della Happy Family BIOCycling

Tutto è iniziato nel gennaio del 2016 e tutto sarebbe dovuto finire nell’agosto del 2017. Invece sono ancora lì, in sella alle loro biciclette. Loro sono Sebastien, Alberta, Angela e Anna, alias la Happy Family BioCycling. Sebastien e Alberta sono due giovani genitori di Revine Lago, da sempre appassionati di viaggio e di scoperta e sensibili alle tematiche sociali ed ecosostenibili. Angela e Anna sono le loro figlie che oggi hanno 10 e 8 anni.

Nel 2016 hanno deciso di realizzare un progetto a cui credevano, e credono, fortemente: girare il Sud America in bicicletta per visitare aziende biologiche e produttori del mercato equo e sostenibile. Gli scopi del progetto sono molteplici: conoscere ed apprendere, contribuire ad abbattere le barriere culturali, portare l’attenzione di più persone possibili sulle questioni del rispetto dell’ambiente e dell’uomo e regalare un’esperienza unica alle loro figlie. La scelta della bicicletta, come mezzo di trasporto, non è casuale. La bicicletta non inquina. Inoltre la bicicletta ti permette di entrare immediatamente in contatto con la gente che incontri nel tuo cammino; non c’è nessun tipo di barriera o filtro come il finestrino o la porta di un’automobile, di un treno o di una corriera. Anche lo stile di vita, che i quattro protagonisti di questa storia hanno adottato, sposa questa filosofia: per dormire si affidano prevalentemente all’ospitalità della gente del luogo e non fanno nessuna attività o gita turistica. Tale scelta permette loro di vivere con un budget mensile ridotto (circa 300 euro) che viene destinato quasi esclusivamente all’acquisto del cibo. Così, grazie al canone mensile che percepiscono per la locazione della loro casa in Italia riescono a vivere senza grosse preoccupazioni. Inoltre, a volte, vendono cartoline con stampate le loro foto del viaggio e lavoretti artigianali confezionati da loro stessi.

Dopo aver pianificato il viaggio che sarebbe dovuto durare 20 mesi, il 12 gennaio 2016 Sebastien, Alberta, Angela e Anna sono saliti sull’aereo che li ha catapultati verso l’inizio della loro avventura. Sono partiti da Ushuaia, città a Sud della fredda Terra del Fuoco, e hanno risalito l’Argentina. Hanno pedalato in Cile, Bolivia, Perù, Ecuador e Colombia. Lungo il percorso si sono resi conto che quello che stavano facendo non era più un viaggio o una parentesi della loro vita, ma era diventata la loro stessa vita. Così hanno modificato quello che era il piano iniziale e hanno deciso che non sarebbero rientrati in Italia nell’agosto del 2017, ma che avrebbero continuato a pedalare.

In realtà, ad ottobre dello scorso anno, sono tornati a Revine Lago. Si sono fermati circa tre mesi, il tempo necessario per mangiare del cibo italiano, passare del tempo con amici e parenti e raccontare la loro esperienza in trasmissioni televisive o nelle serate a loro dedicate. A gennaio 2019 sono tornati in Sud America per riprendere il viaggio da dove lo avevano interrotto: Bogotà. Ora si trovano in Costa Rica, dove hanno vissuto per circa un mese con i Bribri, uno dei popoli aborigeni americani che abitano in alcune aree rurali e forestali di questo Stato. Il nuovo obiettivo è quello di arrivare in California tra due o tre anni. Perché proprio la California? «È lo stato del Nord America che più sta investendo in energia rinnovabile, sostenibilità e agricoltura biologica e perché vorremmo imparare tutti l’inglese» spiega Sebastien. Alberta, ridendo, precisa che, in realtà. Angela e Anna sono mosse da motivazioni ben diverse: vogliono raggiungere la California per andare a Disney Land!  

La Happy Family BIOCiclyng, dopo aver percorso più di 20 mila chilometri dall’inizio dell’avventura, non ha ancora intenzione di fermarsi. Continuerà a risalire l’America in sella alle loro biciclette. A tal proposito Sebastien e Alberta chiariscono che l’obiettivo è la California, ma non intendono raggiungerla a tutti i costi. Dipenderà molto dalla bambine, in particolare da Angela che entrerà presto nella fase pre-adolescenziale. Se Angela, o gli stessi Sebastien e Alberta non dovessero essere più sereni, se si dovessero accorgere che non ne vale più la pena, allora interromperanno il viaggio e rientreranno in Italia. La felicità della famiglia viene prima di ogni altra cosa. E, a giudicare dalle foto e dai video che condivide nella sua pagina Facebook, la Happy Family BIOCycling è proprio la personificazione della felicità. Buona pedalata a tutti!






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok