GENERAZIONE BLA BLA CAR

“Condivido l’auto e cambio il mondo”

BlaBlaCar è la più grande community al mondo per i viaggi in auto condivisi: la piattaforma mette in contatto automobilisti con posti liberi a bordo delle proprie auto con persone in cerca di un passaggio che viaggiano verso la stessa destinazione (il cosiddetto “car-pooling”). Oggi la community conta oltre 40 milioni di iscritti in 22 Paesi e ogni mese viaggiano con BlaBlaCar due milioni di persone, consentendo un risparmio ai conducenti di oltre 216 milioni di euro, nonché la mancata emissione in atmosfera di circa 700mila tonnellate di CO2.

BlaBlaCar è formato da un team di persone appassionate che si impegna con il cuore e con la mente a rendere il mondo un posto migliore, promuovendo una forma di consumo collaborativo affidabile e incoraggiando gli incontri reali, la condivisione di esperienze, la fiducia tra persone.

LA STORIA

L’idea di fare del viaggio condiviso un’alternativa alle modalità di trasporto tradizionali nasce parallelamente in Francia e in Italia.

Oltralpe, l’idea viene a Frédéric Mazzella, studente di fisica a Stanford, che, per le vacanze di Natale, vuole tornare dalla sua famiglia nella campagna francese. Non ha l’auto, i treni sono al completo, ma per strada ci sono tante persone che viaggiano in auto da sole. Allora gli viene in mente che può mettersi a cercare un conducente che va nella sua stessa direzione, con cui dividere i costi della benzina in cambio di un passaggio. Pensa che sarebbe molto comodo cercarlo on line, ma ancora non esiste un sito che consenta di farlo. Il giovane comincia quindi ad immaginare una nuova rete di trasporti on line costruita dalle persone, ben intuendo, grazie alla sua formazione scientifica, il potenziale di una formula peer-to-peer applicata ai trasporti e gli enormi benefici ambientali ed economici derivanti da un uso più efficiente delle risorse esistenti. Così, nel 2006, a Parigi, Fred crea “Covoiturage.fr”, il primo portale dedicato alla condivisione di viaggi in automobile. Con il successivo ingresso in società dell’ingegnere Francis Nappez e del compagno di studi Nicolas Brusson, la community cresce esponenzialmente acquisendo una struttura sempre più massiccia e stabile: si forma una piattaforma paneuropea, che i tre fondatori ribattezzano “BlaBlaCar” (perchè consente agli utenti di includere nel proprio profilo anche il livello di chiacchiera in auto, addizionando o sottraendo "bla").

In Italia, nel febbraio 2010, nasce “Postoinauto.it” dall’idea di un gruppo di studenti che avevano sperimentato i viaggi condivisi all’estero, in particolare in Francia e Germania. Nel febbraio 2011, dopo un anno di attività, i posti in auto condivisi sul sito erano già 30.000; dopo altri dodici mesi, complice anche il caro benzina, i posti condivisi erano saliti a 100.000. Nel marzo 2012, “Postoinauto.it” entra a far parte del network ormai internazionale di “BlaBlaCar”. A seguito di questo importante passo, il team di “Postoinauto.it” decide di rinominare il sito “BlaBlaCar.it”.

IL PARERE DEGLI UTENTI

Da quanto usi BlaBlaCar e come ti trovi?

Anapaula (20 anni): Da quando ho iniziato l’università, quindi questo è il secondo anno, e sono molto soddisfatta del servizio.

Adriano (30 anni): Uso BlaBlaCar da 8 mesi e mi trovo molto bene: mi rammarico di non aver cominciato prima!

Elisabetta (38 anni): Lo uso da un anno abbondante e mi trovo benissimo.

Qual è la motivazione principale per cui l’hai scelto (e continui a sceglierlo)?

Anapaula (20 anni): L’ho scelto perché è economico: risparmio la metà dei soldi che spenderei usando il treno. Inoltre è comodo e ci metto meno tempo di quanto ce ne metterei in treno.

Adriano (30 anni): L’ho scelto per raggiungere destinazioni mal servite dai mezzi pubblici e perché consente di risparmiare rispetto ad altre soluzioni.

Elisabetta (38 anni): Il risparmio e la comodità visto che i treni costano una follia, fanno ritardi, non sono puliti, etc. etc.  

Che cosa ti piace di più del carpooling?

Anapaula (20 anni): Conosci sempre persone nuove.

Adriano (30 anni): Del carpooling mi piace la flessibilità che consente, l’ottimizzazione dei trasporti individuali e l’incontro con persone sempre nuove.

Elisabetta (38 anni): Non ci sono mai disdette o ritardi all’ultimo momento. Fai sempre nuove conoscenze e il viaggio è sempre piacevole dato che trovi sempre da chiacchierare. Si riscopre proprio il piacere di stare insieme e di condividere un pezzetto di strada…

Se ti chiedessi un’esperienza di viaggio che vale la pena ricordare, quale sceglieresti?

Anapaula (20 anni): Ricorderei quella in cui ci ho messo 4 ore ad arrivare a casa anziché una e mezza perché il ragazzo che guidava ha sbagliato uscita dell’autostrada. È stato un lungo viaggio ma senz’altro divertente!

Adriano (30 anni): Ricordo l’ultima esperienza - da Perugia a San Vendemiano - con un conducente esperto e un'auto al completo con persone tutte diverse tra loro e quindi tutte con qualcosa da raccontare e condividere.

Elisabetta (38 anni): Tornare da Trieste con il mal di denti e trovare come conducente dell’auto… un dentista, il quale molto gentilmente mi ha fatto un controllo e dato dei consigli.

Descrivi BlaBlaCar in tre parole:

Anapaula (20 anni): Economico, comodo, piacevole.

Adriano (30 anni): Facile, economico, divertente.

Elisabetta (38 anni): Efficiente, comodo, sicuro.








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok