Gianluca Pellegrinelli: “Vado in Ghana”

Un viaggio, una missione: Vespa for Africa

Gianluca Pellegrinelli partirà il 22 ottobre da Conegliano per una nuova tappa del suo viaggio in giro per il mondo in vespa. Un’andata e ritorno, questa volta, senza trasporti aerei o navali (eccezion fatta per Gibilterra): solo con la sua vespa rosso fiammante, lungo la costa africana occidentale fino in Ghana, e poi rientro dall’entroterra; un itinerario di massima che in questi giorni Pellegrinelli sta affinando documentandosi sulla situazione di sicurezza in Africa.

Intanto lo ha presentato giovedì sera a Conegliano in un gremito auditorium Dina Orsi. Oltre 200 persone accorse per ascoltarlo. Prima di presentare il nuovo progetto, ha trasportato il pubblico nei colori, suoni e sapori di Turchia, Pakistan, Iran, India e Nepal, raccontando il suo ultimo viaggio in vespa. 

Ha portato anche altre esperienze di “viaggiatori folli”: persone che, come lui, hanno una vita ordinaria, ma che han scelto di dare valore al proprio tempo. Prendendoselo, gustandoselo, e non semplicemente lasciandolo scorrere nella routine di giorni sempre uguali, magari chiusi in ufficio o tra mille faccende da sbrigare. Così abbiamo conosciuto Fabio Cofferati, autore dell’impresa, che poi è diventato libro, “Ancora in vespa da Milano a Tokyo”; Federico Valeri, che due mesi dopo aver preso la patente della moto si è messo in strada (anche lui dall’Italia al Nepal) su una moto da enduro (Zero Highways il suo canale e la sua sfida, per il massimo dell’avventura!); e poi lei, Sandra Luzzati, che ci dimostra che La moto è donna: uno stile di viaggio, il suo, più romantico, dedito a vedere il mondo con i propri occhi e a incontrare persone e luoghi speciali, vivendoli intensamente (per questo ogni anno chiede di unire alle ferie qualche giorno di aspettativa, per andare dove là dove la porta il cuore); infine una coppia di viaggiatori, Aldo e Vera, che stanno viaggiando per il mondo dal 2017 a bordo della loro mitica “Totò” (Toyota Land Cruiser) senza mai fermarsi: un’avventura battezzata Alveto Expedition, che ispira a vivere in modo semplice ma gratificante, prendendosi cura di quel posto meraviglioso che è Casa per tutti, la Terra.

Nel corso della serata Gianluca Pellegrinelli ci ha fatto poi conoscere, in video-chiamata, padre Peppino, figura che dà senso e significato al viaggio che sta per compiere in terra africana. Padre Giuseppe Rabbiosi (Peppino per gli amici) ha fondato oltre 40 anni fa in Ghana la missione “In My Father’s House”, che attualmente supporta 800 bambini, di cui 200 senza famiglia, dando loro gli strumenti per costruirsi una vita dignitosa nel loro Paese. «La nostra presenza più che risolvere problemi vuol essere di incoraggiamento e fonte di speranza – dice padre Peppino – accompagnando nella crescita i bambini, che sono i più fragili, ma senza dimenticare i villaggi, dove creiamo scuole e facciamo sì che queste diventino centro di aggregazione in cui trovare anche acqua potabile e elettricità».

Con il suo viaggio, Gianluca desidera sostenere questa missione, che lo ho ha già visto impegnato come volontario nel 2013. L’obiettivo è sensibilizzare e raccogliere fondi da destinare a tre progetti in loco: 1. costruire strutture polifunzionali nei villaggi, che facciano da chiesa, scuola e asilo; 2. costruire pozzi nei villaggi in cui manca l’acqua; 3. sostenere il percorso di studi degli allievi più meritevoli, dando loro l’opportunità di studiare nella capitale per diventare medici o insegnanti.

Non solo: «mi piacerebbe mettere insieme un gruppo di persone di Conegliano (e dintorni) – spiega Gianluca – che abbiano voglia di fare un’esperienza di volontariato: mi potranno raggiungere in Ghana, sotto Natale, al solo costo del biglietto aereo, per vivere due settimane in missione. Quella del volontariato è un’esperienza bellissima che in tanti vorrebbero fare ma spesso non sanno a chi rivolgersi: “In My Father’s House” ha una associazione onlus “sorella” in Italia, a Lecco, da cui partono volontari e fondi, assicurando trasparenza e affidabilità. La missione in Ghana è strutturata per ospitare fino a venti volontari contemporaneamente: ottocento bambini è una missione grande. Semplicemente esserci per loro fa già la differenza!».

«La Casa del Padre (“In My Father’s House”) – aggiunge padre Peppino – è il valore che dobbiamo promuovere: una casa comune che dipende da un padre comune e che ci fa tutti fratelli – e assicura – C’è posto per tutti. Vivendo insieme si impara ad accogliere la diversità e a promuovere la dignità di tutti. Se i bambini guardano a noi come sostegno, noi possiamo guardare a questi bambini come ispirazione: impariamo da loro ad aprirci alla vita con entusiasmo e a leggere la realtà in chiave positiva!».

Chi è interessato alla missione, a fare una donazione o a partecipare come volontario, può reperire maggiori informazioni sulla pagina Vespup, oppure contattare direttamente Gianluca Pellegrinelli (335 6983375 / gianlucapellegrinelli64@gmail.com) che fa da tramite con la onlus italiana che supporta la missione in Ghana. 

Anche questa volta, Gianluca non partirà da solo: con lui il sorriso di Lorenzo, un ragazzo che è mancato all’affetto dei suoi cari a maggio dello scorso anno a causa di una brutta malattia. Lorenzo aveva una grande passione per il viaggio, ma non ha mai avuto la possibilità di perseguirla. «I genitori mi hanno regalato una fotografia del figlio – spiega Gianluca, chiamandoli sul palco con l’emozione d’incontrarli per la prima volta – Io l’ho portato con me durante tutto il viaggio Italia-Nepal, immortalandola nei diversi luoghi, come se Lorenzo fosse con me, un compagno di viaggio. Mi è stato d’aiuto e da stimolo nei momenti di difficoltà, ricordandomi, perché spesso ce ne dimentichiamo, di essere un privilegiato: io posso fare, apprezzare e godere di tutto quello che a lui è stato tolto in modo così prematuro; aveva sedici anni. Lorenzo sarà con me anche in Africa!».






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok