Esperienze

28 Set 2018


IL SORRISO DEGLI OCCHI

Esperienza di volontariato a “La Nostra Famiglia”

Sono le ore 8.30 e davanti al Centro de “La Nostra Famiglia” decine di bambini scendono dai pulmini. In Casetta Verde si sta facendo colazione, qualcuno forse dorme ancora… Sta iniziando un nuovo giorno.

La mia esperienza come volontaria è cominciata proprio così. Appena sono giunta nel luogo che mi avrebbe ospitato per sedici giorni, ho notato un silenzio assordante, ho pensato che dietro quella quiete si nascondesse la sofferenza di tante famiglie e soprattutto di tanti bambini. Mi sbagliavo. 

Quel silenzio apparente, ora lo posso dire con certezza, nasconde i sorrisi di tanti fanciulli e ragazzi coraggiosi, che spesso riescono anche ad ironizzare sulla propria condizione, vivendola con leggerezza.

Proprio loro sono in grado di trascorrere del tempo in gruppo senza etichettarsi o compatirsi, semplicemente divertendosi. La disabilità è negli occhi di chi non riesce a comprendere quanto sciocco sia emarginare o addirittura temere una diversità che può solo arricchirci. Ciò che mi ha più sorpreso, osservando i bambini, è stato notare che il Centro è percepito da loro come un luogo piacevole, le terapie passano in ultimo piano cedendo il posto a giochi e amici.

Dei giorni da volontaria mi porterò dentro l’affetto di tutti i bambini e i ragazzi che ho avuto la fortuna di conoscere, la straordinaria importanza di gesti tanto semplici quanto importanti, come quello di imboccare o lavare qualcuno. Mi porterò dentro la tendenza dei bambini a darsi agli altri senza paura di rimanere delusi o di mostrare le proprie fragilità, come invece tendono a fare gli adulti. Mi porterò dentro gli educatori e i volontari che sono stati con me durante questi giorni, la dolcezza e la disponibilità delle consorelle che non mi hanno mai fatto sentire sola o fuori luogo.

È vero quel che mi ha detto un’educatrice, che molti dei ragazzi con cui ho condiviso ore intense forse non potranno festeggiare le nostre stesse tappe, ma loro festeggiano tutti i giorni! Sono le piccole cose che contano; le piccole conquiste dei ragazzi de “La Nostra Famiglia” me lo hanno insegnato. È la goccia che scava la roccia e noi dobbiamo vivere ogni giorno di questo.

Ma ora basta scrivere. Sono le ore 8:30 e davanti al Centro de “La Nostra Famiglia” decine di bambini scendono dai pulmini. In Casetta Verde si sta facendo colazione, qualcuno forse dorme ancora… Sta iniziando un nuovo giorno.

Agata, volontaria, Conegliano






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok