Non rifiutiamoci: l'iniziativa sorprendente di un libraio che regala un libro in cambio di bottiglie di plastica e lattine

C’è chi ama l’ambiente, c’è chi ama la cultura e c’è chi ama il prossimo. E poi c’è Michele Gentile che ama l’ambiente, la cultura e il prossimo.

C’è chi sa solo criticare e lamentarsi. E poi c’è Michele Gentile che preferisce agire e dare il buon esempio.

C’è chi pensa che il cambiamento debba arrivare dall’alto. E poi c’è sempre lui, Michele Gentile, che dimostra come il cambiamento arrivi dal basso e grazie alle piccole cose.

Michele Gentile è il titolare della libreria Ex Libris Caffè che si trova a Polla, un paesino di circa 5.000 abitanti in provincia di Salerno. Michele aveva due crucci: la mancanza di passione per la lettura riscontrata in molti bambini e ragazzi e i rifiuti abbandonati a terra sui vicini monti o lungo le spiagge. Convinto che la cultura e la salvaguardia dell’ambiente siano un’eredità fondamentale da lasciare ai posteri, iniziò e pensare a come avrebbe potuto dare il proprio contributo per migliorare la situazione.

Da quei pensieri, nel 2018, è nato il progetto Non rifiutiamoci: ai bambini che raccoglievano una bottiglia di plastica e una lattina di alluminio e le consegnavano in libreria, Michele regalava un libro. L’iniziativa ha avuto un successo enorme: molte scuole, anche di comuni vicini, hanno cominciato a raccogliere rifiuti riciclabili e a consegnarli a Michele in cambio di libri di testo. Inoltre altre librerie in Italia hanno dato vita a progetti simili.

Michele ha, così, deciso di continuare con Non rifiutiamoci anche nel 2019, estendendo a rame e ferro la tipologia di rifiuti che raccoglie. Uno degli aspetti che lo emozionano maggiormente è vedere che «i bambini si illuminano ancora quando prendono un libro fra le mani» e aggiunge: «Se poi li fai giocare, li inviti a recuperare plastica in cambio di libri, sono ancora più coinvolti e attenti a rispettare la natura».

Ma come riesce a finanziare questa lodevole iniziativa? In parte ci riesce grazie ai rifiuti stessi: consegnandoli in un centro di riciclo convenzionato, riceve del denaro che reinveste nell’acquisto di libri da regalare. Ma l’aiuto più consistente proviene dalla generosità della gente, stimolata da un’altra trovata geniale che Michele aveva già utilizzato in passato: il Libro sospeso. Quando un cliente acquista un libro nella sua libreria, Michele lo invita ad acquistarne un altro da donare a quella persona che entrerà in libreria, ma non comprerà nessun libro non potendoselo permettere. Così il Libro sospeso diventa il compagno perfetto di Non rifiutiamoci: i libri pagati dai clienti, ma lasciati in libreria per il prossimo, vengono regalati a chi raccoglie bottiglie di plastica e lattine di alluminio. Si è, così, creato un circolo virtuoso che pare non abbia intenzione di arrestarsi e che ha portato il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ad inserire il Comune di Polla nell’elenco de “Le città del libro”.

E noi? Cosa possiamo fare? Possiamo chiudere gli occhi e cercare il Michele Gentile che dimora all’interno di ognuno di noi. Poi lo destiamo, riapriamo gli occhi e osserviamo quanto riesce a fare. Rimarremo felicemente sorpresi, ne sono sicura.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok