Primo maggio, QBV decolla con le frecce tricolori!

Incanto, orgoglio ed emozione

Ricevo un invito dal Presidente del 2° Club Frecce Tricolori di Treviso, sig. Gabriele Chinaglia, con il quale stiamo organizzando, per l'autunno 2022, a Palazzo dei Trecento di Treviso, una mostra fotografica sulla storia delle Frecce Tricolori in occasione del 30° anniversario del 2° Club. Il Presidente mi invita a partecipare all’ultimo addestramento della stagione della nostra pattuglia acrobatica, le Frecce Tricolori, che, con questo evento, riservato ai soli Club Frecce Tricolori, dà il via ai vari appuntamenti in programma, quest’anno, in tutto il mondo.

Naturalmente accettiamo, e il primo maggio ci ritroviamo catapultati all’interno della Base Militare di Rivolto (UD), campo base delle Frecce Tricolori, ad una ventina di metri dai velivoli Aermacchi 339 in uso alla pattuglia.

Nel tendone allestito per l’accoglienza degli ospiti sono tutti molto gentili e disponibili: veniamo accolti con tanto di colazione dolce o salata, da consumare in attesa dell’inizio dell’evento alle ore 11.00.

Effettivamente, con esemplare puntualità, alle 10.45 i dieci piloti della pattuglia acrobatica scendono dal pulmino e, in cinque minuti, ciascuno di loro è accanto al proprio velivolo per dare inizio, alle 11.00 in punto, allo spettacolo.

Iniziamo a gustarci le spettacolari evoluzioni: il looping, il tonneau, la bomba, il cuore, la stella… e molte altre; sono un susseguirsi di emozioni da brivido; nel frattempo, passano alla mente anche i momenti bui e di tensione vissuti in questi ultimi due anni, ma non c’è tempo per le cose negative, ogni situazione impegnativa deve servire per migliorarci, dobbiamo trarre il meglio ed è per questo che ci concentriamo sullo spettacolo, sull’orgoglio delle nostra Patria. Le spettacolari evoluzioni delle Frecce Tricolori, incutono speranza e inducono a sentirsi ancora orgogliosi di essere italiani.

Abbiamo tante cose belle nel nostro Paese Italia: mari, monti, ma anche laghi, fiumi, tanta storia, arte e bellezze artistiche, genio, gastronomia e imprenditoria di eccellenza, tutte cose che abbiamo il dovere di far riemergere in noi, affinché anche la nostra vita possa riemergere perché… nulla è impossibile a chi crede!

Tra l’incanto di spettacolari evoluzioni, misto a varie emozioni profonde, sopraggiunse il termine della manifestazione con l’ultimo passaggio dei velivoli in formazione che lascia dietro sé una interminabile scia tricolore. Nuovamente un brivido ci ricorda le potenzialità di ciascuno di noi.

Sul palco appositamente predisposto, il comandante presenta orgoglioso tutto il gruppo e consegna un assegno di € 8.100 all’associazione Orchestra per la Vita che si occupa della ricerca e cura del sarcoma epitelioide infantile, raccolta fondi che si è svolta dai vari Club in collaborazione con le Frecce Tricolori.

Non restava altro obiettivo, se non quello di avvicinare il comandante Tenente Colonnello Stefano Vit, il quale, dopo una presentazione e lo scambio di due parole con una bella foto ricordo, ci congeda con la promessa di un’intervista per il nostro giornale QualBuonVento, cosicché i nostri lettori possano conoscere alcuni segreti o aneddoti della Pattuglia Acrobatica più invidiata e più brava al mondo!












Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok