SEMPRE PIÙ GIOVANI “ABBRACCIANO L’INFINITO”

Confessionali sotto l’ombrellone, messe in riva al mare e chiese aperte di notte: l’altra faccia dell'estate lignanese.

Hanno macinato chilometri lungo le vie e le spiagge della nota località balneare friulana, in piedi dal mattino fino a notte fonda, con l’entusiasmo contagioso di chi ha una gioia grande dentro il cuore. Sono i giovani missionari (ventenni o poco più) che anche quest’anno hanno preso parte all’iniziativa “ABBRACCIA L’INFINITO”, una missione di evangelizzazione di strada e di spiaggia, promossa dalla Comunità Enjoy Life - Abbraccia la Vita in collaborazione con la Parrocchia di Lignano Sabbiadoro e Le Sentinelle del Mattino di Pasqua e accolta di buon grado dall’Arcivescovo di Udine Mons. Andrea Bruno Mazzoccato. Grazie alla loro presenza, Lignano, nel mese di agosto, si è fatta scenario di incontri inaspettati, eccezionali, che hanno portato ad una vera e propria riscoperta della fede.

È il caso, ad esempio, di un gruppo di ragazze giunte in riviera per festeggiare l’addio al nubilato di una di loro. Avrebbero passato la notte a divertirsi tra un locale e un altro, se non ci fosse stato l’incontro. Quello con alcuni giovani missionari, che le fermano in centro e instaurano con loro uno stimolante confronto sul tema della fede e le invitano ad entrare in chiesa per partecipare al momento di intensa preghiera “La luce nella notte”. Le amiche della futura sposa, colpite dall’incontro inaspettato, accettano l’invito a varcare la soglia del duomo: «all’inizio erano titubanti – racconta un giovane missionario – poi si sono commosse profondamente durante l’adorazione».

«Certo, abbiamo anche incontrato delle difficoltà – confessano i missionari, che non esitavano a rivolgersi a tutti indistintamente, anche a persone di altre religioni o atee dichiarate – ma il più delle volte la risposta è stata eccezionale: c’era chi non voleva entrare in chiesa, chi diceva di non credere e poi si è avvicinato da solo, è entrato e ha pregato. Per molti è stata l’occasione di riscoprire la fede che avevano abbandonato o più semplicemente di trovare quel qualcosa di profondo a lungo cercato ma mai prima d’ora trovato».

Di giorno musica e balli in spiaggia con i tormentoni dell’estate come sottofondo, di sera la riflessione nella preghiera. Questo l’approccio diretto con cui i giovani missionari hanno coinvolto altri giovani facendo loro sperimentare che «l’Amore di Dio è gioia e porta luce dove c’è buio e sconforto». Ma solo se questo Amore lo hai dentro, lo hai vissuto e sperimentato, puoi trasmetterlo agli altri! I missionari che hanno partecipato all’iniziativa di evangelizzazione “ABBRACCIA L’INFINITO” sono giovani che hanno dentro di sé la gioia di sentirsi amati di un Amore smisurato, incondizionato. E allora ecco che, attraverso la condivisione, possono nascere esperienze eccezionali.

«Noi siamo la nuova Chiesa voluta da papa Francesco – asserisce Amerigo Parpinel, responsabile della Comunità Enjoy Life - Abbraccia la Vita, organizzatrice dell’evento –: la nostra missione porta la Chiesa ad aprirsi, ad uscire in mezzo alla gente». E già si guarda al prossimo obiettivo: portare la missione di evangelizzazione anche a Udine.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok