Un buon esempio di umanità e di cooperazione tra Occidente e Oriente

"Karuna" - in sanscrito (una delle lingue più antiche della terra) - significa "compassione"; e proprio la compassione è il sentimento che ha mosso un Lama ad immaginare un progetto che desse vita ad un sogno: aiutare cinquanta disabili a vivere come esseri umani, in senso pieno. Ora che il sogno si è realizzato, la realtà appare addirittura più bella del sogno stesso.

Karuna Home Italia è un’associazione no-profit, diretta e sostenuta da volontari, registrata nel 2001 con il principale scopo di promuovere le attività del centro Karuna Home for the Disabled in India.

Karuna Home - che letteralmente significa Casa della Compassione - è un centro residenziale di riabilitazione, il quale si occupa principalmente di giovani con disabilità fisiche e/o mentali, per lo più provenienti da famiglie di rifugiati Tibetani. La struttura sorge, infatti, nei pressi di un insediamento di profughi tibetani nel Sud dell’India, ma ospita anche bambini tibetani provenienti dal Nord dell’India nonché bambini di origine indiana. La tipologia di disabilità che lì viene curata varia da autismo, dislessia, epilessia, esiti della polio, sindrome di down e paralisi cerebrale.

Ghesce Lama Kubi Rimpoce è il Presidente e Fondatore dell’Associazione. Egli sovrintende la strategia generale e i metodi di intervento da adottare di volta in volta nelle operazioni quotidiane. Nella sua attività il Presidente è affiancato da Ghesce Cianciub Pelghie e da un gruppo di tibetani, sia salariati che volontari, che svolgono i ruoli di insegnanti, assistenti, supervisori e cuochi.

Karuna Home comprende dodici edifici costruiti con materiale locale, ciascuno dei quali ospita varie stanze e strutture (farmacia, scuola, mensa e cucina, dormitori e alloggi, sale da visita, stanze per la massoterapia e per la fisioterapia, uffici amministrativi, stalla, area giochi, etc.). Gli edifici sono stati progettati per essere accessibili da parte delle sedie a rotelle e sono interconnessi da passerelle coperte.

Il funzionamento di Karuna Home è affidato interamente alla generosità delle persone che intendono appoggiarlo economicamente e/o con opera di volontariato. La permanenza dei bambini è gratuita e destinata a chi proviene da famiglie economicamente disagiate.

L’obiettivo immediato è di fornire assistenza ai disabili, garantendo loro una dieta appropriata, un alloggio confortevole, cure mediche e sostegno sociale in un ambiente accogliente, sicuro e affettuoso… con la speranza di migliorare il loro standard di vita, accrescere la loro felicità e, al tempo stesso, sollevare le loro famiglie dalle difficoltà economiche, fisiche ed emotive che la situazione comporta.

L’obiettivo a medio termine è di insegnare ai bambini disabili semplici attività del vivere quotidiano come lavarsi, fare il bagno, vestirsi, mangiare e camminare per consentire loro di vivere con maggiore indipendenza.

L’obiettivo finale dell’Associazione è di offrire ai disabili un’educazione migliore e favorire lo sviluppo delle loro capacità, affinché possano integrarsi positivamente nella loro comunità quando lasceranno Karuma Home. 

Abbiamo conosciuto Giorgio, un volontario che si occupa del sostentamento di Karuna Home: «noi volontari organizziamo varie cose per la raccolta di fondi a sostegno di questo progetto; ad esempio facciamo ogni anno una cena, una nei pressi di Verona e una a Pergine Valsugana (TN). Quest'anno abbiamo organizzato una mostra di quadri e ceramiche che ci sono state donate da vari artisti locali rinomati; siamo in possesso, inoltre, di molti libri, romanzi e fumetti, sia in lingua italiana che tedesca. Saremmo davvero felici di accogliere l’offerta di quanti fossero interessati a sostenere il progetto attraverso l’acquisto di quadri o libri. Tutto ciò che noi volontari raccogliamo in offerte – sottolinea Giorgio – viene totalmente devoluto a Karuna Home in India. Ringrazio tutti voi lettori e la redazione di “QualBuonVento” di tutto cuore per il tempo dedicatoci».

Chi fosse interessato a dare il proprio contributo per il sostenimento del progetto di Karuna Home può contattare direttamente il Sig. Giorgio Pilati al n. 339 1413819 (Pergine Valsugana, TN)






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok