Eventi

03 Mar 2020


A Vittorio Veneto torna la rassegna "Le Nuvole"

Tre serate a ingresso libero organizzate dal Comune e dalla Sezione CAI locale per parlare di cambiamento climatico.

-- A causa del protrarsi delle misure urgenti previste in materia di contenimento e gestione epidemiologica da COVID-19, la seconda Rassegna "Le Nuvole - Comunicare il cambiamento climatico" è annullata. Gli organizzatori si augurano che la Rassegna possa essere riproposta in futuro, in quanto restano immutati gli interessi nei confronti di dei temi legati al cambiamento climatico sia a livello locale che globale. Futuri aggiornamenti saranno resi noti sulla pagina ufficiale. --

Con i primi focolai europei del Corvid-19 è scattata la corsa alle mascherine e ai gel igienizzanti. Intere città si sono mobilitate per arginare il contagio con restrizioni e provvedimenti ben oltre le aspettative, immediatamente attuati e recepiti dalla collettività. Del resto, come si può non collaborare quando in gioco c’è la vita delle persone? La stessa reazione non si è ancora scatenata a fronte dell’emergenza climatica. Il rischio è alto – in gioco c’è il futuro dell’umanità! – ma la percezione che ne abbiamo è diversa, innanzitutto perché, nonostante si parli di cambiamento climatico da almeno 50 anni, gli effetti che finora siamo stati in grado di vedere personalmente sono di fatto lievi e limitati: la Terra ha 4,5 miliardi di anni e la degenerazione si colloca su una scala temporale estremamente più ampia rispetto a quella della vita umana; inoltre, evitare i luoghi affollati per qualche settimana, indossare la mascherina, lavare spesso le mani è ben poca cosa rispetto alle rinunce, non certo estemporanee, che richiede la lotta all’emergenza climatica: rivedere e modificare i nostri stili di vita. Ma proprio per questo è necessario parlarne, e sensibilizzare su un tema che non ci possiamo permettere di trascurare. Già il fatto che in questi giorni si sia ridotto notevolmente l’inquinamento soprattutto sopra l’ara cinese ci fa ben intuire che non sono irrilevanti le nostre scelte, anzi, possono veramente fare la differenza.

«Comunicare significa trasmettere. In un contesto nel quale si susseguono notizie di cronaca riguardo allarmanti e inconsueti eventi che sconvolgono equilibri naturali su scala planetaria e la stessa vita umana, è strategico fare il punto della situazione e mostrare la stretta connessione esistente tra ambiti apparentemente distinti: aumento della temperatura, criticità idrogeologica, perdita di biodiversità, rischio collegato agli eventi estremi, migrazioni, decisioni politiche, scelte personali...».

Così viene presentata la seconda edizione della rassegna “Le Nuvole - Comunicare il cambiamento climatico”. Mediante quattro serate aperte al pubblico, l’iniziativa, organizzata dal Comune di Vittorio Veneto e dalla Sezione CAI locale, propone degli approfondimenti mirati a cura di relatori qualificati che affronteranno tematiche diverse ma accomunate dalla stessa "origine".

L’appuntamento d’esordio – venerdì 20 marzo, ore 21, Biblioteca di Vittorio Veneto (Piazza Giovanni Paolo I) – sarà con Marco Rabito, tecnico meteorologo certificato, membro di AMPRO (Associazione Meteo Professionisti), sul tema "Conoscenza e autoprotezione: come diventare cittadini consapevoli e preparati agli eventi estremi utilizzando fonti certificate e informazioni ufficiali".

Venerdì 27 marzo, sempre alle ore 21 in Biblioteca a Vittorio Veneto, interverranno l’ideatore dell’evento, Andrea Costantini, laureato in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia e tecnico meteorologo certificato, che presenterà gli aggiornamenti e i dati più recenti relativamente alla “febbre” del pianeta (dalla scala globale a quella locale), e Giulia Astero, laureata in Filosofia, Studi Internazionali e Economici, che si concentrerà sull’interrelazione tra cambiamento climatico e migrazione.

Infine, venerdì 3 aprile alle ore 21 al Palafenderl di Vittorio Veneto (Via San Gottardo 91) sarà presente Thierry Robert-Luciani, fisico e meteorologo presso Centro Valanghe di Arabba, tecnico Arpav, che parlerà degli effetti dell’emergenza climatica nei territori montani, esponendo dati, riferimenti, immagini e prospettive future di un ambiente estremante delicato e fragile.

L’ingresso è gratuito e aperto a tutti. Per maggiori informazioni: Ufficio Cultura Comune di Vittorio Veneto – tel. 0438569310.

Media Partner degli incontri è, come lo scorso anno, LaTendaTV che registrerà tutti gli eventi e li renderà successivamente pubblici sul sito www.latendatv.it, permettendo a tutti di accedere ai contenuti anche se non è stata possibile la partecipazione diretta.

APPUNTAMENTO CON LA SCUOLA | Sabato 21 marzo la rassegna coinvolgerà gli studenti del Liceo Marcantonio flaminio di Vittorio Veneto in un workshop sui fenomeni metereologici – come conoscerli e auto proteggersi in un clima che cambia – e sulle meteobufale – come riconoscere un meteorologo esperto. Il workshop sarà condotto dagli esperti M. Rabito (tecnico meteorologo) e M. E. Ferrario (presidente AMPRO).






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok