Disabilità, etica, inclusione. Convegno diocesano a Vittorio Veneto con il vescovo Pizziolo

Sabato 16 febbraio, a cura della Pastorale della salute della Diocesi, per i 50 de La Nostra Famiglia sul territorio.

Sabato 9 febbraio alle 14.30 il vescovo Corrado ha celebrato l'Eucaristia per la Giornata mondiale del Malato a La Nostra Famiglia in via Costa Alta 37 a Conegliano: è stato il vescovo stesso a sceglierla come sede, per esprimere la gratitudine e la vicinanza della Diocesi di Vittorio Veneto per 50 anni di presenza de La Nostra Famiglia, e del suo servizio alla disabilità infantile, nel nostro territorio.

Per questa stessa ragione, è dedicato alla disabilità il sesto convegno annuale organizzato dalla Pastorale della Salute diocesana, in programma sabato 16 febbraio nell'aula magna del Seminario a Vittorio Veneto dalle 9.30 alle 12.30

“Disabilità: nessuno si senta straniero in casa propria” è il titolo, che cita un intervento di Papa Francesco. Mentre il sottotitolo, “Per ravvivare il dovere e l'impegno di assicurare alle persone con disabilità di poter studiare, lavorare, esprimere i propri talenti”, richiama un discorso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L'apertura del convegno sarà a cura del vescovo della Diocesi di Vittorio Veneto mons. Corrado Pizziolo, anche nella sua veste di presidente di Caritas Italiana.

Dopo di lui Paola Vescovi, direttore dell'unità operativa complessa Disabilità e non autosufficienza del Distretto di Pieve di Soligo della Ulss 2, tratterà “Persone con disabilità sul territorio: presenze, problemi, risorse”, arricchito da dati sulla disabilità nella Sinistra Piave.

Nel secondo intervento il medico legale opitergino Angelo Ferri, già presidente provinciale della Commissione per l'invalidità civile, in “La legislazione a favore delle persone con disabilità: tra evoluzioni teoriche e difficoltà operative” evidenzierà come quel che davvero manca, per i diritti delle persone con disabilità in Italia, non sono buone leggi, ma la loro piena applicazione, risorse comprese.

Chiusura, prima del dibattito, con “La coscienza cristiana, individuale e comunitaria, di fronte alle situazioni di disabilità”, con la cenedese Sandra Strazzer, responsabile dell'area neurofisiatrica dell'irccs Eugenio Medea de La Nostra Famiglia, che sommerà la sua competenza di medico alla sua sensibilità cristiana.

La partecipazione al convegno è gratuita e non serve iscrizione. I partecipanti riceveranno un attestato di presenza.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok