Eventi

13 Mar 2019


Due giornate a Treviso per un confronto sull’attualità del pensiero del Beato Giuseppe Toniolo

Due momenti per raccontare Giuseppe Toniolo, organizzati dalla Fai Cisl nazionale e dalla Fondazione Fai Studi e Ricerche, per presentare i volumi L’attualità di Giuseppe Toniolo nel Terzo Millennio” realizzato da Fondazione edito da Rubettino e “Giuseppe Toniolo. Nella storia il futuro” di Marco Zabotti edito dall’AVE di Roma. Gli appuntamenti saranno giovedì 14 marzo, alle ore 18.30 alla Libreria Lovat di Villorba e venerdì 15 marzo, alle ore 10.00 a Palazzo Giacomelli di Treviso, dove oltre alla presentazione dei libri seguirà una tavola rotonda. La tavola rotonda del venerdì mattina vedrà confrontarsi l’economista Giovanni Ferri, docente alla LUMSA, Lorenzo Brugnera Presidente di Latterie Soligo, Francesco Botter Presidente UCID Treviso, il giornalista Bruno Desidera membro del comitato nazionale di canonizzazione del Toniolo e Don Bruno Bignami, Direttore nazionale Ufficio Problemi Sociali e del Lavoro della CEI.
Il primo volume, curato da Vincenzo Conso e Ludovico Ferro, prende spunto da un convegno molto intenso organizzato dalla Fai Cisl nella cittadina di Pieve di Soligo, dove Toniolo è stato sepolto, realizzato nel 2014 a due anni dalla beatificazione dell’economista e sociologo trevigiano. La pubblicazione, che ripropone alcuni saggi del convegno stesso unito a interventi inediti e attuali, ha lo scopo di far riscoprire il valore etico del bene comune, che Toniolo con forza poneva al centro. «Quello del Toniolo è un pensiero molto attuale, per tutto quello che ha trasmesso nell’impegno politico e sociale dei cattolici italiani – racconta Vincenzo Conso, Presidente di Fondazione Fai Cisl Studi e RicercheNon dimentichiamo che fu il fondatore delle “Settimane Sociali” momenti centrali per accumulare cultura, riflettere sui problemi delle comunità, per cercare di orientare cristianamente la società italiana, proprio quello che oggi si sente mancare». «Un libro che cerca di parlare di Toniolo in termini scientifici e rigorosi ma anche aperti e semplici, che erano il modo di vedere la società che sicuramente lo rappresentava» spiega Ludovico Ferro, ricercatore e autore del libro.
Il libro di Marco Zabotti rappresenta un viaggio nella storia personale del grande sociologo ed economista cattolico, legato alla figura e all’opera del professore universitario, anche in riferimento alla “Gaudete et exsultate” di Papa Francesco. Il volume mette in evidenza, in un apposito capitolo, la proposta di sette vie di un nuovo umanesimo per l’oggi e il futuro della nostra storia, ispirato alla sintesi di fede e di vita, alla genialità creativa, alla libertà e al coraggio di Giuseppe Toniolo, che ha sempre operato per i più alti ideali umani e cristiani, “per una società di santi”.
Alle giornate interverrà anche il Segretario Generale della FAI Cisl, Onofrio Rota, che ricorda come «il pensiero di Giuseppe Toniolo è estremamente attuale, affronta i temi della giustizia sociale, della divaricazione che c’è stata in particolare in questi ultimi anni tra chi sta bene e chi sta molto male. Se dovessimo declinare oggi il pensiero del Toniolo ci verrebbe subito in mente un sistema finanziario più etico, un lavoro più giusto, l’inserimento e il trattamento equo dei giovani nella vita lavorativa, lo sviluppo del mondo della cooperazione. Tutti concetti che nel libro emergono con un sapore di passato ma estremamente attuali, e credo che oggi non bisogna essere prigionieri del presente e sia importante guardare al passato con atteggiamento critico, lucido ma responsabile, per mettere in atto quelle azioni necessarie per migliorare le condizioni di lavoro e di vita delle persone».





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok