Fondazione di Comunità Sinistra Piave con il Progetto Alice a sostegno delle donne

Iniziative in occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le Donne

Istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, dal 1999 il 25 novembre è la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

Fondazione di Comunità propone per questo fine settimana due eventi musicali (e non solo) che hanno un doppio filo conduttore che li accomuna: celebrare la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le Donne e raccogliere fondi con offerta libera e responsabile per Fondazione di Comunità a sostengo del progetto ALICE, a favore delle donne.

Sabato 24 Novembre alle ore 20.30 nella Sala Polifunzionale di San Fior andrà in scena CIPRIA, uno spettacolo di musica, danza e fotografia per Ascoltare, Guardare e Sentire. 

Domenica 25 Novembre alle ore 16.00 nell’Auditorium G. Lago a Vazzola ci sarà il Concerto Progetto Donna con musica, letture e presentazione del servizio intercomunale Sportello Donna.

Nel mondo di Alice ogni donna è felice” è lo slogan che accompagna la campagna contro la violenza di genere realizzata da Fondazione di Comunità della Sinistra Piave con il sostegno dell’Ulss 2 Marca Trevigiana e grazie al supporto di Latteria Soligo. Una iniziativa che veicola un messaggio forte e vuole rompere il silenzio che spesso nasconde la violenza facendo concretamente conoscere i servizi antiviolenza presenti sul territorio e supportando le diverse attività a sostegno delle donne. Non è dunque un caso se, per la promozione del Progetto Alice, Latteria Soligo ha scelto il proprio latte fresco, simbolo di vita, assieme ad altri prodotti che hanno contribuito a diffondere nelle nostre case il Progetto Alice ed il messaggio ad esso correlato.

Il Progetto Alice sostiene il Centro Anti Violenza di Vittorio Veneto e lo Sportello Donna di San Fior che operano con attività diretta di accoglienza e supporto di persone vittime di violenza, sviluppando attività in rete con altri servizi territoriali, come ad esempio Servizi Sociali, Consultori Familiari, Forze dell’Ordine.

Il CAV Centro Anti Violenza è espressione del Comitato dei 28 Sindaci del distretto di Pieve di Soligo e lo Sportello Donna di San Fior è nato nel 2017 grazie ad una alleanza tra sette Comuni: San Fior appunto, Codognè, Cordignano, Gaiarine, Godega S.U., Orsago, San Vendemiano a cui si è aggiunto in questi mesi Vazzola.

Per ogni litro di latte venduto Latteria Soligo devolve 1 centesimo a Fondazione di Comunità della Sinistra Piave Onlus, fondi che andranno a beneficio dei servizi posti a sostegno delle vittime di violenza e per sviluppare azioni d’informazione e sensibilizzazione. È al vaglio un progetto da realizzarsi nella scuola primaria di primo e secondo grado nei prossimi mesi.

Nell'edizione 2017/2018 della campagna, la cooperativa ha messo in commercio un milione e mezzo di litri di latte fresco, distribuiti in tutto il Veneto e Friuli Venezia Giulia, ma anche Lombardia, Emilia Romagna e Lazio attraverso la propria rete di vendita.

Assieme al latte anche prodotti caseari come Casatella Trevigiana DOP e Mozzarella Soligo STG, lo storico formaggio Soligo, il Burro Soligo a marchio QV (qualità verificata) e il mascarpone hanno veicolato l’immagine della campagna Alice e i riferimenti del Centro Anti Violenza e dello Sportello Donna di San Fior.

«Sono migliaia le donne che ogni anno subiscono violenza – commenta Lorenzo Brugnera, presidente Latteria Soligo – e neppure la nostra Regione è esente da questa forma di violazione dei diritti della persona. Un tema al quale la nostra azienda è molto sensibile poiché, come scritto nel nostro statuto scritto dal Beato Toniolo, la nostra mission primaria è coniugare l’iniziativa economica all’etica e al benessere complessivo di un territorio, inteso come comunità nella sua totalità. A questo si aggiunge il fatto che le nostre imprese agricole hanno come perno la famiglia e la donna, da qui la nostra forte motivazione verso il Progetto Alice di cui siamo promotori e che, nelle prime settimane del 2019, vedrà l'avvio di una nuova edizione per realizzare quello che noi chiamiamo “il sogno di Alice”».

«Un progetto che nell'ultima edizione 2017/2018 ha raccolto 20.050,00 euro – ha commentato Fiorenzo Fantinel, presidente della Fondazione – grazie ad un valore comunicativo enorme basato su un principio semplicissimo quanto dirompente, perché tutti noi ogni mattina apriamo il frigo e prendiamo un litro di latte. Questo significa entrare nelle case della gente con un messaggio di grande valore, che va ben oltre il contributo economico stanziato da Latteria Soligo».

Aspettando ALICE 2019, che ritroveremo a Febbraio del prossimo anno con la terza edizione, un particolare pensiero e aiuto Latteria Soligo li rivolge in questo fine anno 2018 alle donne del Bellunese perché trovino la forza ed il coraggio di rialzarsi ogni giorno e a dispetto/a fronte di ogni calamità naturale sociale o più strettamente personale.

«Il nostro è un impegno che dura 365 giorni l'anno – conclude Lorenzo Brugnera poiché il Progetto Alice è un vero progetto “di territorio” e di sostenibilità sociale nel quale sono coinvolti, oltre alla Latteria, i consumatori, i volontari, le attività della grande distribuzione e del piccolo commercio al dettaglio, e poi bar, ristoranti e pizzerie. La nostra è una grande e storica realtà imprenditoriale-cooperativa formata da piccoli produttori: una rete di famiglie che vuole aiutare concretamente altre famiglie, mettendosi dalla parte di donne e madri, pietre miliari della nostra società. E solo con l'impegno quotidiano di tutti potremo realizzare “il Sogno di Alice”, costruendo una nuova cultura del rispetto, a partire dalle giovani generazioni».






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok