Eventi

20 Nov 2017


Il basket è un gioco logico per gente intelligente

Una serata con Sergio Tavčar
Mercoledì 22 novembre alle ore 20.45 in Oratorio S. Giovanni Paolo II a San Vendemiano si parlerà di basket con un ospite d’eccezione: Sergio Tavčar, giornalista e telecronista sportivo nato a Trieste nel 1950.
Specializzato in basket, le sue telecronache e i suoi servizi sono contraddistinti da uno stile incisivo che rifiuta i buonismo e i luoghi comuni e che racconta semplicemente le cose per quelle che sono e per come avvengono. Ha raggiunto più di 3000 telecronache, collaborando con diversi quotidiani tra cui Il Giorno, Il Resto del Carlino, Il Gazzettino oltre a riviste specializzate. Negli anni ‘80 acquista maggiore notorietà quando, assieme a Dan Peterson, forma quella che molti appassionati di basket reputano la miglior coppia di commentatori che la pallacanestro abbia mai avuto. Nel 1991 gli viene attribuito il premio "microfono d'oro". Nel 2010 pubblica il libro: La Jugoslavia, il basket e un telecronista. Accanto alla professione di giornalista, Tavčar ha anche un curriculum da sportivo: ha allenato tutte le categorie di pallacanestro fino alla serie B per vent’anni.
Una delle sue frasi più celebri è la seguente: "Il basket è uno sport logico per gente intelligente, se non ci arrivi lascia perdere!". Per capire cosa intende, l’appuntamento è mercoledì sera a San Vendemiano. Chi ha ormai qualche capello bianco potrà rivivere la pallacanestro romantica di qualche anno fa. Chi ancora non era nato quando Tavčar commentava la pallacanestro su Tele Capodistria sarà un’occasione per scoprire un pioniere e una delle voci (e penne) più autorevoli di questo sport. Insomma, una serata per tutti gli amanti del basket di ieri e di oggi.





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok