Eventi

17 Lug 2019


La Luna che cambiò in mondo

A Vittorio Veneto si celebra il 50° anniversario dello sbarco dell'uomo sulla Luna: racconto della missione, osservazione del cielo e, a seguire, uno spettacolo teatrale.

Il 20 luglio 1969 Apollo 11 porta l’umanità sulla Luna. Le immagini televisive di quella notte, accompagnate dai commenti di Tito Stagno e Ruggero Orlando, rimarranno per sempre e indelebilmente impresse in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di assistervi in diretta. Neil Armstrong e Buzz Aldrin cinquant’anni fa mettono piede per la prima volta sul suolo lunare.  L’Uomo porta dunque a compimento quella che, senza alcun timore di esagerare, è possibile definire l’impresa più grande e impegnativa mai intrapresa.

L’Associazione Astrofili Vittorio Veneto intende celebrare il 50° anniversario del primo allunaggio umano con una serie di eventi, tra cui segnaliamo “La luna che cambiò il mondo” che si terrà proprio nella notte tra il 19 e il 20 luglio nel Palafenderl di Vittorio Veneto con inizio alle ore 20.45. Diego Martin, coordinatore del gruppo CICAP di Pordenone e grande conoscitore delle missioni Apollo, racconterà delle persone, dei mezzi e delle emozioni di questo viaggio. Al suo racconto si unirà l’osservazione del cielo: per tuta la durata dell’evento, dopo l’imbrunire, nel Parco Fenderl alcuni telescopi permetteranno di osservare i principali corpi celesti, da Giove a Saturno e, naturalmente, la Luna che quella notte sorgerà poco prima delle ore 23. L’ingresso alla conferenza è libero fino ad esaurimento posti (prenotazione consigliata su Eventbrite).
La sera seguente, il 20 luglio, l’Associazione Astrofili Vittorio Veneto sarà sempre presente in area Fenderl e metterà a disposizione i propri telescopi per l'osservazione del cielo, nel contesto dello spettacolo teatrale “Garage extraterrestre” di e con Simone Carnielli. Lo spettacolo mette in scena i sogni di Nico. Da bambino, attraverso i fumetti e i film di fantascienza, Nico sognava mondi diversi in cui rifugiarsi, lontano dalle imposizioni dei genitori e dagli screzi con i coetanei. Come gli altri, ma più degli altri, fu colpito dall'allunaggio, dal primo passo di Neil Armstrong sul suolo lunare. Era il 20 luglio 1969. Gli Stati Uniti e l'umanità tutta sembravano viaggiare senza limiti alla conquista dello spazio. Adesso tante cose sono cambiate. Nico fa l’idraulico, ha imparato il mestiere di suo padre. Conduce una vita ordinaria e sembra aver archiviato i suoi sogni. Ma, un giorno, per questioni di lavoro, si ritrova in un garage pieno di scatoloni e in quel garage, a poco a poco, riemergono le sue fantasie di bambino. Uno scimpanzé di peluche, uno spazzolone e altri oggetti si animeranno magicamente e daranno vita all'eterna lotta del Bene contro il Male. Voci, suoni, musiche, danze e colori condurranno lo spettatore all’interno dell’universo di Nico adulto, forse lo stesso della sua infanzia, perché, in fondo, dentro di noi si cela il bambino che siamo stati, e, se vogliamo, possiamo ancora dare realtà ai nostri sogni... 





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok