Le domande grandi dei bambini. Una sfida per genitori, catechisti, educatori

“Quando i bambini trovano adulti che li aiutano a capire che esistono risposte alle loro domande, affrontano con coraggio la vita e nasce in loro il desiderio di crescere” (Maurizio Botta)

Sabato 28 settembre alle ore 20.30 nell’Oratorio San Giovanni Paolo II di San Vendemiano si terrà un incontro con padre Maurizio Botta su Le domande grandi dei bambini.

Maurizio Botta è nato nel 1975 ed è sacerdote dal 2006 nella congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri, dopo aver conseguito la laurea all’Università Bocconi di Milano. È collaboratore dell’ufficio catechistico della diocesi di Roma e, da tanti anni, catechista di bambini. Come catechista, ha avuto modo di scoprire la profondità delle domande dei più piccoli, e proprio a queste ha dedicato tre volumi (Le domande grandi dei bambini) creati in modo tale che adulti e bambini lo leggano insieme.

È difficile, oggi, trovare degli alleati nell’educazione dei figli, uomini intelligenti che si mettano al servizio anche della fede intesa come ricerca di senso (perché se Dio non è risposta a ciò che di più profondo vi è nel cuore dell’uomo, non potrà essere utile al vivere e prima o poi sarà abbandonata). Padre Maurizio Botta è uno di questi: un uomo che ama, prega, studia, riflette, e poi traduce il frutto del suo lavoro per creare un metodo di catechesi nuovo ma antico, cioè dire la verità ai ragazzi, prendendo sul serio le loro domande.  

I bambini non vogliono essere trattati da bambini, come se noi fossimo superiori a loro solo perché abbiamo qualche ruga in più. Vogliono essere presi sul serio. Non si aspettano da noi tutte le risposte, anzi, a volte, la migliore risposta che si può dare loro è “non lo so, cerchiamo insieme” oppure "fammici pensare". I bambini, poi, captano subito se qualcosa puzza di finzione. Credono solo alle cose su cui noi per primi scommettiamo la vita. Perché i bambini più che ascoltarci, ci osservano. E hanno bisogno di ricevere fiducia per fare la fatica necessaria per crescere.

La serata di sabato sera, organizzata da alcuni catechisti della parrocchia di San Vendemiano, è una preziosa occasione rivolta a quanti accompagnano la crescita di bambini e ragazzi (genitori, catechisti, animatori, educatori) per conoscere o approfondire il metodo di padre Maurizio Botta, e farsi conseguentemente carico di un’educazione fatta bene, cioè con amore e usando il meglio della nostra intelligenza.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok