LovEat 2016

Perché tutto comincia da un assaggio. Testimonial, Gioacchino Bonsignore di “Gusto” TG5.

LovEat è la prima Fiera delle eccellenze agroalimentari e del turismo enogastronomico in Italia e nel mondo, in programma al Pala Expo Venice il 2-3- 4 dicembre 2016. Un percorso enogastronomico di qualità.  

Fin dall’anno 1000 Venezia è una fiera a cielo aperto, non solo crocevia ma vera e propria meta di scambi tra Oriente e Occidente. I Veneziani diffondono e al contempo fanno propri gli usi e i costumi alimentari dei popoli che incontrano. LovEat a Venezia chiude il cerchio tra Storia, innovazione e cooperazione internazionale.

IL CIBO È CULTURA - LovEat unisce e presenta tutte le eccellenze alimentari italiane e internazionali, sia quelle dotate di carta d’identità sia quelle nate dalla tradizione e dall’amore per cibo e prodotti sani e controllati all’origine, dal D.O.P. all’I.G.P., passando per i P.A.T., gli S.T.G., la Produzione Integrata, la Qualità Verificata e i vini D.O.C. e D.O.C.G. In un’ideale “Via del Cibo”, LovEat 2016 trova la sua massima espressione nel coniugare le eccellenze del food & beverage con il turismo esperienziale, sull’onda dello studio pubblicato da Food Travel Monitor 2016, il più importante studio internazionale sul turismo enogastronomico presentato dalla “World Food Travel Association”, in cui si evidenzia come il turismo del gusto sia in continua crescita e l’Italia sia la prima meta golosa al mondo. Andare in vacanza, si sa, è anche prendere coscienza del territorio che si visita, assaggiare le specialità locali e imparare a cucinare i piatti tipici, che, da sempre, portano con sé un bagaglio di tradizioni e culture capaci di sopravvivere solo se tramandate.

Il testimonial di questa prima edizione viene dalla Sicilia, ma ha trascorso una parte della sua vita di studente proprio a Venezia, dove ora torna per LovEat. Si tratta di Gioacchino Bonsignore, autore di libri di enogastronomia, caporedattore del TG5, ma, soprattutto, dal 2002, re indiscusso di “Gusto”, rubrica culinaria del TG5. «Venezia, il Veneto e l’intero Nordest rappresentano uno dei più grandi giacimenti enogastronomici non solo italiani, ma anche internazionali – afferma Bonsignore –. È un territorio che, con le sue eccellenze, riesce ad accontentare il turismo di massa come quello di alto livello. Un distretto ricco di prodotti e bellezze naturali e culturali che trova il suo epicentro proprio nella sua capitale, Venezia”.

Due i convegni internazionali e due le giornate dedicate al B2B. LovEat ospiterà il 1º Convegno Internazionale sull’Alimentazione con la partecipazione di chef di fama mondiale, reduci dalle Olimpiadi di Cucina 2016 svoltesi dal 22 al 25 ottobre in Germania, e un secondo convegno che mette a tema il turismo esperienziale, sull’onda dello studio pubblicato da Food Travel Monitor 2016. Il tutto avviene in partnership con Eurosportello del Veneto nel circuito di “Enterprise Europe Network” (EEN – la più grande rete a servizio delle imprese cofinanziata dalla Commissione Europea), che si impegna a promuovere LovEat nei 600 uffici dei 55 Paesi del mondo in cui EEN è presente, per far apprezzare i nostri territori a tutti coloro che vi si recano alla ricerca di nuovi sapori e favorire nuove opportunità commerciali per gli espositori.

LovEat apre anche una finestra sull’Oriente, grazie alle partnership con società specializzate tra cui “Stile Italiano”, inserito nel tessuto commerciale cinese al punto da garantire la gestione - in prima persona - di ogni incombenza burocratica e/o doganale necessaria al produttore. Una partnership in continua evoluzione, tanto che il governo cinese ha già manifestato il proprio interesse per organizzare LovEat 2017 in Cina.

Nel panorama di seminari e workshop, da non perdere La Dieta Mediterranea: patrimonio immateriale dell’UNESCO dal 17 novembre 2010, meraviglioso ed equilibrato esempio di contaminazione naturale e culturale, fa dello stile di vita mediterraneo un’eccellenza mondiale. Il termine “Dieta” si riferisce all’etimo greco “stile di vita”, cioè all’insieme delle pratiche, delle rappresentazioni, delle espressioni, delle conoscenze, delle abilità, dei saperi e degli spazi culturali con i quali le popolazioni del Mediterraneo hanno creato e ricreato nel corso dei secoli una sintesi tra l’ambiente culturale, l’organizzazione sociale, l’universo mitico e religioso intorno al mangiare.

Nel Polo Fieristico Expo Venice, a due passi dalla città unica al mondo, si potrà assistere, inoltre, a “showcooking”, nonché assaggiare e acquistare i migliori prodotti del panorama italiano e internazionale dell’agroalimentare direttamente in fiera.

Oltre 250 gli spazi espositivi a disposizione dei migliori produttori nazionali e internazionali.

Ci sarà spazio anche per la solidarietà. Consci delle difficoltà che stanno attraversando i produttori di Lazio, Umbria, Marche e parte dell’Abruzzo, venuti a conoscenza che gli stessi stanno cercando di organizzarsi in consorzi o comunque di radunare le forze per far fronte a questa terribile emergenza, Cesare Busetto, ideatore e direttore di LovEat, e Gian Angelo Bellati, Segretario Generale di Unioncamere del Veneto, si sono prodigati affinché i produttori, le aziende, i consorzi, le Camere di Commercio e le Regioni colpite dal terremoto abbiano accesso agli stand di LovEat 2016 al puro prezzo di costo.

I BIGLIETTI – Intenzione degli organizzatori è che LovEat sia un salone accessibile a tutti; di qui il modico prezzo di ingresso, con particolare riguardo alle scuole di ogni ordine e grado.

PER CONTATTI E INFORMAZIONI





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok