Mele a Mel: natura, artigianato, tradizione

Un’occasione unica per visitare il centro storico di Mel, con i suoi splendidi cortili e palazzi, angoli resi ancor più suggestivi dalla rievocazione di giochi e mestieri di un tempo, in una visione decisamente genuina.

Mele a Mel è una mostra mercato che, in un percorso attraverso i cortili ed i palazzi del centro storico di Mel (Belluno), offre ai visitatori una molteplicità di attrattive, tutte all’insegna dell’artigianato, della natura e delle tradizioni del nostro territorio.

La manifestazione, che quest’anno si svolge dall’ 11 al 13 ottobre, promuove i prodotti tipici locali, primo fra tutti la mela, evidenziando tecniche produttive e di trasformazione, valorizzando il lavoro dei piccoli produttori agricoli che danno vita ad un mercato di prodotti genuini. La mela è sicuramente il prodotto principe di questa manifestazione: ad essa sono dedicate molte iniziative, quali la mostra pomologica con oltre 100 varietà, le degustazioni di mele e sidro con relativa torchiatura e l’applicazione pratica del prodotto nei piatti tipici. Fiore all’occhiello della manifestazione è la cucina, i cui piatti, realizzati con prodotti sani e genuini, sono legati alle ricette della tradizione zumellese.

Negli splendidi cortili costituenti l’antico borgo di Mel si rivive il passato, fatto di tradizione e sapore. Le rievocazioni storiche sugli usi e costumi passati ci riportano indietro nel tempo di parecchi anni, proponendo i mestieri di un tempo, come lo scalpellino o l’impagliatore e le tradizioni agricole, passando per i sapori che sanno di ricordo e di buono. Ricostruzioni preziose, arricchite da strumenti autentici, materiali difficili da reperire e soprattutto dalla grande abilità degli artigiani di un tempo e di oggi, il tutto per ricreare uno scenario unico e originale. Il merito di queste rievocazioni va ai gruppi frazionali del comune di Mel, che grazie ad accurate ricerche nelle soffitte e nelle “tiede” dei nonni, ricreano angoli unici, come in un viaggio nel tempo.

C’è poi la mostra dell’artigianato, disposta lungo tutto il centro storico del paese, che permette di ammirare le bellezze artistiche dei cortili e dei palazzi e valorizza il prezioso lavoro dei maestri

Il centro storico di Mel, dal 2018, è annoverato tra i Borghi più belli d’Italia. Mele a Mel è anche scoperta del paese, con le sue corti ed i palazzi cinquecenteschi, che in questa unica occasione annuale vengono gentilmente aperti dai vari proprietari per poter essere apprezzati. Lungo tutto il centro storico del paese, si snoda la mostra dell’artigianato che permette di ammirare proprio le bellezze artistiche dei cortili e dei palazzi, valorizzando al tempo stesso il prezioso lavoro dei maestri artigiani veneti, che qui lavorano legno, pietra, ferro, vetro, stoffa, cuoio e molti altri materiali, realizzando creazioni uniche e di notevole qualità.

L’organizzazione è della Pro Loco Zumellese insieme all’Associazione “Mele a Mel” con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale. La Pro Loco seleziona la partecipazione degli espositori “commerciali” sulla base dei requisiti del regolamento, atto a garantire lo spirito della genuinità della manifestazione. L’Associazione “Mele a Mel” si occupa di tutto quanto concerne la mela: esposizioni e dimostrazioni pratiche di coltivazione, produzione e lavorazione nel contesto del Parco di Villa Guarnieri, un’oasi dedicata alla mela di produzione locale. L’Amministrazione partecipa per gli aspetti burocratici, amministrativi e logistici che non appaiono ma sono importanti per le attività che si svolgono in paese, anche se solo per un week-end. Ma la grande forza sono tutte le frazioni partecipanti e le associazioni del territorio che animano i cortili e permettono di rendere unica questa manifestazione.

Per maggiori informazioni:
tel. 333 9102177

 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok