M.I.F. = MUSIC INTART FESTIVAL

Uno spazio totalmente gratuito creato appositamente per dare visibilità a giovani artisti.

Durante l’estate, l’Associazione Culturale INTArt di Conegliano (TV) ha selezionato vari artisti, per lo più giovanissimi, per partecipare ad un evento artistico-musicale, il M.I.F. (Music INTArt Festival), nella splendida cornice del parco di Piazza San Martino presso il bar Radio Golden, che si terrà sabato 1 ottobre 2016 a partire dalle 10.00 del mattino.

Ogni area del parco sarà allestita in chiave creativa ed artistica. Entro tali spazi, ciascun artista potrà esporre le proprie opere, idee, aspirazioni, stabilire contatti relazionali con altri che condividono le stesse passioni, esprimersi artisticamente dal vivo, raccontarsi e mostrarsi al pubblico.  

Abbiamo incontrato Matteo della Libera, vice-presidente dell’Associazione INTArt, che ci ha presentato l’Associazione e il suo primo Festival, il M.I.F.

Cos’è INT-Art?

INTArt nasce come progetto del Progetto Giovani nel 2011, che consisteva nel sistemare e far diventare una sala espositiva la saletta INT (Istituto Nazionale Trasporti) vicino alla stazione dei Treni di Conegliano, abbandonata ormai dal ’74. Quando il Progetto Giovani ha chiesto disponibilità per mettere in piedi questo progetto, Giovanna Pattaro (artista originaria di Rovigo, trasferitasi a Conegliano) ed io ci siamo dimostrati entusiasti all’idea e abbiamo accordato la nostra disponibilità; ci eravamo conosciuti quello stesso anno mentre esponevamo a “Musica in panchina” al parco di San Martino, e da lì è nata sia la nostra amicizia che INTArt. Pian piano, si sono uniti a noi altri artisti (adesso siamo quasi una trentina)… la saletta vicino alla stazione ha cominciato ad ospitare tanti artisti, e, ad un certo punto, è nata la voglia di fare un po’ di più, di uscire dalla semplice saletta espositiva. Così, nel 2013, Giovanna, Monica Zanella (che, nel frattempo, si era aggiunta a noi) ed io abbiamo deciso di fondare l’Associazione Culturale INTArt. Da lì abbiamo iniziato a collaborare non solo con altre associazioni ma anche con i comuni; siamo usciti dalla saletta e abbiamo fatto eventi a Treviso, a Caneva, a Conegliano, a Vittorio Veneto.

Che cosa si propone l’Associazione?

Il nostro intento è quello di promuovere l’arte (in particolare, l’arte dei ragazzi giovanissimi) e di aiutare gli artisti nel loro percorso. L’Associazione nasce proprio con questo obiettivo: promuovere i giovani artisti che, spesso, quando iniziano a buttarsi nel mondo dell’arte, non sanno bene come mostrarsi, dove andare…

Come vi muovete concretamente per perseguire il Vs. scopo?

Ci occupiamo, anzitutto, della ricerca dell’artista: attraverso Facebook o la partecipazione ad eventi, cerchiamo di raccogliere gli artisti che conosciamo o che incontriamo. Diamo poi all’artista uno spazio espositivo gratuito della saletta INTArt al fine di promuoverlo, e lo aiutiamo anche con la grafica, con la pubblicità della sua esposizione, del suo evento, gli diamo consigli su come esporre sia da un punto di vista di spazi ma anche di tecniche. Conoscendosi e collaborando si stabilisce uno scambio di ideedi esperienze, di consigli, che giova molto alla crescita dell’artista. Noi fondatori dell’associazione ci impegniamo a mettere le nostre competenze al servizio dei più giovani: credo che l’esperienza, in questo campo, conti molto più che la scuola. Inoltre, collaboriamo con altre associazioni, poiché crediamo fortemente nella cooperazione e nel fare rete per dar vita ad eventi significativi.

Il 1 ottobre l’appuntamento è con MIF in piazza San Martino a Conegliano. Parlaci un po’ di questo evento…

MIF nasce proprio quest’anno dal desiderio di creare un evento nostro: abbiamo sempre partecipato a festival di altri, ma effettivamente non abbiamo mai realizzato prima d’ora un evento nostro. Abbiamo preso un po’ di coraggio – perché ci voleva anche quello – e con l’aiuto del Progetto Giovani siamo riusciti a mettere in piedi il nostro primo Festival. Oltre ai quasi 30 artisti che espongono ci sarà anche la musica, con gruppi giovani, del territorio, che vogliono farsi conoscere. Il gruppo di punta di questa prima edizione sarà il Locanda de Bardi, giovanissimi e anche loro appassionati di arte in tutte le sue forme, proprio come noi!

Come concepite l’arte? Cosa significa per voi fare e promuovere l’arte?

Per noi l’arte è un modo di rappresentare il mondo attraverso quello che è il filtro dell’artista. Un’artista rappresenta quello che è il suo animo, il suo mondo: ogni artista prende qualcosa della sua vita e lo riporta sulla tela attraverso il suo filtro e, in questo modo, trasforma quello che vive. È questa l’arte che noi cerchiamo nei giovani artisti.

Progetti futuri?

Abbiamo un calendario fitto anche per il prossimo anno. Per cominciare, riproporremo un evento all’Oratorio dell’Assunta di Conegliano, visto il grande successo di quest’anno, con un tema importante ma che ancora non possiamo anticipare. Continueranno le collaborazioni con le amministrazioni locali e con le altre associazioni e tornerà, ancora più grande e corposo, il M.I.F.!








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok