Eventi

08 Nov 2018


Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”: omaggio ad Ermanno Olmi e agli artigiani veneti

A sei mesi dalla morte del regista, per ricordare la sua opera e il suo stretto legame con il Veneto, venerdì 9 novembre al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso) sarà proiettato il docu-film “Artigiani veneti”, pellicola che anticipa il moderno storytelling.

La serata delle premiazioni del XXXVI Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” (in programma al Parco Gambrinus di San Polo di Piave, Treviso, sabato 17 novembre alle 16.30) sarà preceduta venerdì 9 novembre da un omaggio al grande regista scomparso esattamente sei mesi fa, colui che celebrò l’importanza delle radici e delle piccole cose della vita: al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (Treviso) alle 18.00 è in programma l’appuntamento “Ermanno Olmi artigiano del racconto”, durante il quale sarà proiettato il docu-film “Artigiani veneti” di Ermanno Olmi.

“Artigiani veneti” è stato realizzato da Olmi nel 1986 e testimonia la lunga amicizia tra il regista bergamasco che scelse di vivere ad Asiago e la nostra regione. Il Veneto ed i suoi artigiani vennero scelti dal grande regista come protagonisti di una pellicola che può essere definita un eccellente precursore dello storytelling, un'opera straordinariamente attuale e di rara intensità, realizzata per la Regione Veneto in collaborazione con Confartigianato Imprese Veneto, che si temeva perduta ed è stata invece recentemente ritrovata.

«Tutti costoro confidano nell’abilità delle proprie mani e ciascuno è saggio nel suo mestiere. Senza di loro nessuna città può essere costruita, né abitata, né frequentata. Essi sostengono le strutture della vita sociale e la loro aspirazione è riposta nella qualità del loro lavoro»: è questa la conclusione che suggella il lavoro di Olmi, una fotografia delle molteplici e varie forme di artigianato in Veneto, dal liutaio all’impagliatore e caregaio, dall’indorador, al maniscalco, al tappezziere, al mastro vetraio.

Il documentario, originariamente girato in 35 mm colore con pellicola Eastman Kodak 5247, pone anche lo spunto per una riflessione sul rapporto fra arte e artigianato.

È ancora attuale il ritratto tratteggiato da Olmi? E, soprattutto, qual è la percezione dell’artigiano oggi? Questi ed altri quesiti saranno approfonditi nel dibattito che seguirà la proiezione, che vedrà confrontarsi il presidente del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” Roberto De Martin, il presidente di Confartigianato Confartigianato Imprese Marca Trevigiana Vendemiano Sartor, il sociologo Ulderico Bernardi (past president del Premio), l’architetto e storico dell’arte Amerigo Restucci (già giurato del Premio) e il figlio del regista Fabio Olmi (che collaborò al montaggio della pellicola) moderati dal giornalista Salvatore Giannella (componente della giuria del Premio).

L’appuntamento è organizzato dal Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” in collaborazione con Confartigianato del Veneto.

La partecipazione è gratuita, si invita a confermare la propria presenza compilando il modulo on line.

Seguirà alle 20.30 nella Sala Teatrale Oratorio “Don Bosco” di San Polo di Piave (Treviso) una seconda proiezione del film di Ermanno Olmi aperta a tutta la cittadinanza.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok