90 ANNI DI COLLEGIO BALBI A PIEVE DI SOLIGO

Insieme per Crescere il Vero, il Bene, il Bello

Il Collegio Vescovile Balbi Valier di Pieve di Soligo domenica 2 luglio festeggia il suo 90° anniversario di fondazione. Sono passati 90 anni da quando il Vescovo di Ceneda S. E. Mons. Eugenio Beccegato si accordò con gli Istituti Pii Balbi Valier per “fare scuola” ed “educare cristianamente”.

Come tutti gli anniversari, il “Balbi” - così amichevolmente chiamato dalla comunità del Quartier del Piave - ricorda una storia di vita fatta di servizio al territorio con il particolare impegno rivolto all’educazione e all’istruzione, basti pensare alle centinaia di Ragionieri e Periti Commerciali qualificati che negli anni ha preparato.

Per molte generazioni di bambini e ragazzi il Collegio è stato un “punto luce educativo” molto significativo e continua ad esserlo tutt’oggi con circa 350 alunni e più di 30 dipendenti, tra insegnanti e personale non docente. Due sono gli ordini scolastici attualmente attivi: la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado, costituendo un’offerta formativa che va dai 6 ai 14 anni.

Negli anni il collegio ha saputo rispondere alle esigenze del proprio tempo, non ultima la sua trasformazione in Ente ecclesiastico. Ciò che invece è rimasto immutato è il suo carisma, che si traduce in una particolare attenzione verso alunni e famiglie.

Da marzo di quest’anno inoltre, il Balbi "ospita" l'Istituto diocesano “Beato Toniolo - Le Vie dei Santi” che promuove cultura e spiritualità, arte, bellezza e formazione attraverso il Turismo religioso in loco e la cooperazione per un nuovo modello di lavoro e di sviluppo, così com'è nel pensiero del Beato Pievigino di cui porta il nome.

Raccogliendo quest’importante eredità e rilanciando nuovi progetti di apertura al territorio, domenica si festeggerà l’anniversario con tre momenti davvero importanti: la S. Messa in duomo alle ore 10.00 presieduta da S. E. Mons. Corrado Pizziolo, la presentazione di un bassorilievo in memoria dello storico direttore Mons. Mario De Luca e infine i saluti delle autorità seguiti da un brindisi. Tutta la cittadinanza è invitata.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok