A Farra di Soligo tutto esaurito e tanti applausi per il teatro all’aperto della compagnia La Contrada

Un plauso alla sinergia pubblico-privato

Metti una sera a teatro nella magnifica “location” dei giardini dell’agriturismo “Fiori & Vigne” a Farra di Soligo: in una bella sera d’estate, in un colpo solo, si danno voci e volti alla cultura, si fa il tutto esaurito, si registra un autentico successo di spettatori e di critica e si destina il ricavato a finalità di beneficenza, in particolare a persone e famiglie con disabilità. Tutto è riuscito perfettamente alla Pro Loco di Farra di Soligo, capitanata dal presidente Roberto Tormena, che sabato sera 30 luglio ha organizzato la rappresentazione dell’opera dialettale brillante “Solo la verità in maschera”. Protagonista sul palcoscenico la compagnia teatrale “La Contrada” – che opera dall’ormai lontano 1991, con varie produzioni e premi al suo attivo – con la regia di Vittorio Casagrande e con il patrocinio del comune di Farra di Soligo. Liberamente tratta e “bistrattata” dal film “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese, la commedia ha visto protagonisti sulla scena, con il loro nome reale di battesimo, sette attori di talento di casa nel Quartier del Piave, che hanno recitato brillantemente davanti a un caloroso pubblico, raccogliendo applausi a scena aperta in più occasioni durante lo spettacolo, diventati alla fine un lunghissimo e sorridente battimani: Vittorio Casagrande, Fanny Granzotto, Raffaela Cavasin, Nicola Trinca, Nevio Micheletto, Mery Manzato e Renato D’Arsiè, accompagnati da un valente staff di voci fuori campo e tecnici formato da Sabrina De Conto, Paolo Salomon, Alberto Casagrande, Siri, Marco Casagrande, Rachele Reggia, Andrea Gava, Luigi “Birol” Favero, Romina Micheletto, Luigi Trangoni e Francesca Balistri. Prendendo spunto dal lungometraggio di Genovese, di grande successo a livello internazionale, il soggetto teatrale mette al centro dell’unica grande scena di una cena tra amici la famosa scatola nera, quel cellulare che alla fine custodisce tutti i segreti più nascosti e sorprendenti delle vite di ciascuno, in una girandola di battute esilaranti, telefonate a viva voce inattese e sgradite, amenità, equivoci, prese in giro e rivelazioni scottanti. Tutti veramente bravi i sette attori principali in azione, capaci di esprimere talento, passione e spirito di squadra con gioia e divertimento, molto apprezzati dal folto pubblico che gremiva l’area destinata. Davvero grande soddisfazione per la Pro Loco farrese, che già aveva ospitato negli ambienti di “Fiori &Vigne” la recente rassegna di vini nell’ambito della Primavera del Prosecco 2022: se ne è fatto interprete lo stesso presidente Tormena, mettendo in luce in particolare l’ottima collaborazione dei volontari del sodalizio e l’ospitalità offerta dai titolari dell’agriturismo. Sinceri complimenti e parole di gratitudine per la bella iniziativa sono giunti anche dal vice sindaco di Farra di Soligo, Michele Andreola, e dal coordinatore di VIP, Marco Zabotti, che hanno evidenziato la bellezza del teatro dialettale, il significato della sinergia pubblico-privato e il valore della ripresa degli spettacoli de “La Contrada” dopo la difficile pausa per l’emergenza sanitaria. Sentimenti di vivissimo compiacimento per la bravura degli interpreti, per l’opera della Pro Loco e per le finalità benefiche della serata, ottimamente presentata da Elisa Nadai, sono stati espressi in conclusione dalla titolare dell’agriturismo farrese, Cecilia Marcon, prima dei saluti tra gli applausi, le foto con gli attori e il simpatico brindisi finale, nella speranza di una possibile replica ancora in tempo d’estate.      






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok