A Roma apre BookCycle, la casa dei libri senza prezzo

Un luogo di libero scambio e di promozione culturale

A Roma è nata una nuova libreria, che raccoglie libri usati; chi arriva può prenderne al massimo tre e decidere il prezzo. Tu decidi il prezzo è una forma di pagamento pensata per permettere a tutti di accedere alla cultura, indipendentemente dalle possibilità economiche: in cambio di un libro ognuno dà quello che può.  

La libreria è gestita dai volontari dell’associazione Book-Cycle. Il Ri-Ciclo del Libro formatasi per iniziativa di Angela Processione, la prima ad aver portato in Italia l’esperienza nata in Inghilterra per diffondere libri in situazioni di carenza culturale. La storia è molto bella e merita di essere raccontata con le parole della stessa Angela: «Book-Cycle nasce nel 2007 nell’Ovest dell’Inghilterra da un giovane di 30 anni che si trova tra le mani una grande quantità di libri, molti dei quali buttati o dimenticati dalla gente. Quando degli amici di ritorno dall’Africa gli raccontano della mancanza di libri e materiali che permettano a bambini e adulti di studiare, si chiede come mai nel suo Paese il libro sia considerato in alcuni casi “rifiuto”, mentre in altri Paesi del mondo le persone non possiedono nemmeno l’attrezzatura necessaria per studiare. Inizia così, attraverso diversi tentativi, a raccogliere libri e a selezionare quelli rilevanti (specialmente educativi da poter inviare in Africa). Insieme ad amici sistema la restante parte di libri in mensole in diversi luoghi. Infine ad Exeter gli viene offerto un negozio con un ragionevole affitto, quindi apre il primo negozio di libri dove la gente decide il prezzo. Il denaro raccolto viene utilizzato per effettuare le spedizioni di libri. Attraverso questo sistema dal 2007 ad oggi sono state create biblioteche e donati libri in situazioni di svantaggio culturale in Paesi come l’Etiopia, l’Uganda, la Tanzania, il Kenya, il Madagascar e il Ghana». Angela, durante un soggiorno in Inghilterra nel 2010, si imbatte in questo negozio e inizia a lavorarci come volontaria rendendosi subito conto della bontà dell’iniziativa: «Tornata in Italia con un gruppo di amici abbiamo pensato di fare lo stesso e spedire libri in zone svantaggiate nel nostro Paese o in altri luoghi dove la lingua italiana può essere veicolo di conoscenza, come ad esempio in Albania. Considerando il numero notevole di immigrati presenti in Italia e la presenza di numerosi Centri di Accoglienza di rifugiati politici e richiedenti asilo politico su tutto il territorio, senza contare i Centri per Minorenni e tutte quelle persone che non possono contare sull’assistenza diretta, abbiamo cominciato a chiedere loro il genere di testi a cui erano interessati. Le prime spedizioni da Roma verso i centri di rifugiati politici e minori non accompagnati, scuole di italiano per stranieri e biblioteche autogestite sono iniziati nel dicembre del 2011. Quello stesso anno ci siamo costituiti come associazione di volontariato».

Scopo principale dell’associazione rimane quello di spedire libri a ospedali, carceri o altri centri che ospitano persone in situazioni di svantaggio ma anche in aree geografiche in cui non ci sono sufficienti risorse per garantire a tutti un accesso equo e libero alla cultura attraverso la diffusione di libri. Il presupposto è che l’educazione e l’informazione sono mezzi di libertà personale e, in quanto tali, dovrebbero essere un diritto riconosciuto a tutti. Il nome “Ri-Ciclo del libro” è stato aggiunto in seguito alla presa di coscienza che è la natura, attraverso gli alberi, a fornire la materia prima per poter stampare i libri e gli strumenti divulgativi in generale; per questo uno degli scopi dell’associazione è legato alla riforestazione e prevede la raccolta e lo scambio di semi e di conoscenze di coltivazione.

A San Lorenzo, quartiere di Roma, nel deposito di Book-Cycle arrivano continuamente donatori. I loro libri, una volta selezionati, vanno in parte in libreria, in parte vengono spediti alle associazioni e ai centri che li richiedono. Il denaro raccolto in libreria attraverso la formula Tu decidi il prezzo consente all’associazione di coprire i costi di spedizione, mantenere la sede, piantare alberi e piante, contribuendo così a un duplice nobile scopo: favorire la cultura - sempre, ovunque, comunque - e sostenere la natura.

Per maggiori informazioni: sito web www.book-cycle.it / Facebook "Book-Cycle. Il Ri-Ciclo del Libro"






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok