A San Vendemiano è attivo il Consiglio Comunale Ragazzi: tante idee e voglia di fare!

Dopo il Talent Show “Sfida all’ultimo Sanve”, arriva “Brain Help”, un modo per trovarsi e fare insieme i compiti.

Da circa due anni nel Comune di San Vendemiano è attivo il “Consiglio Comunale Ragazzi” (CCR) che si avvale della preziosa collaborazione dell’Istituto Comprensivo Statale.

Il CCR coinvolge gli studenti dalla classe quinta elementare fino alla classe terza media che nel tempo si sono attivati nell’avviare dei microprogetti come per esempio il Talent Show “Sfida all’ultimo Sanve” che quest’anno vede realizzarsi la seconda edizione venerdì 13 luglio nell’ambito di Estate Sport.

Nel corso di quest’anno scolastico è stato avviato un nuovo ed innovativo progetto che ha riscosso non poco successo tra gli studenti della scuola media. “Brain Help”, questo il nome del progetto, è un sistema di tutoraggio ma, soprattutto, un modo per trovarsi e fare insieme i compiti, studiare, rivedere alcuni concetti più duri da mandar giù. Infatti un ragazzo tutor andrà ad affiancare uno studente alla pari, che richiede aiuto nelle materie in cui si sente meno sicuro, con la possibilità, ovviamente, di uno scambio tra i due ruoli. L’incontro si tiene un pomeriggio a settimana presso la scuola “G. Saccon”.

Il progetto è fondato sulla convinzione che l’apprendimento cooperativo favorisce l'interazione fra ragazzi, l'autostima e l'empatia. In questo senso è importante sia importante sia per i tutor, che possono rinforzare le proprie conoscenze e sviluppare nuove capacità insegnando ai compagni, sia per i ragazzi alla pari, che possono contare su un rapporto diretto, di maggiore vicinanza e fiducia per studiare e ripassare.

All’inizio c’è stato un timido approccio all’attività, che è poi esplosa con enorme entusiasmo come dicono le cifre: ci si augurava un numero di trentacinque alunni tra tutor e ragazzi alla pari, in realtà, attualmente sono iscritti 50 studenti di cui 17 tutor, 24 pari e 9 misti.

Lo scorso 5 aprile al primo incontro è stato veramente entusiasmante – dicono i responsabili – vedere i ragazzi lavorare tra loro, aiutandosi e scambiandosi informazioni… tutti con il sorriso stampato sul volto, tra risate squillanti che risuonavano di tanto in tano tra le aule, giusto per ravvivare l’atmosfera, senza disturbare ovviamente!

Tutto questo è stato voluto dal CCR, ma è stato possibile grazie al sostegno del Comitato Genitori. La sorveglianza, infatti, è gestita da alcuni genitori volontari che si sono resi disponibili per garantire la supervisione degli studenti in orario pomeridiano.

[Immagine di copertina: il logo del progetto “Brain Help” creato dai ragazzi della scuola media]






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok