Dialogo tra culture e tutela dell'ambiente: le proposte estive di Caritas Vittorio Veneto

Dal 26 agosto al 4 settembre “Scuola di pace” in Bosnia Erzegovina (aperte le iscrizioni). Dall'8 al 18 agosto in Albania per il progetto Erasmus Plus “Inside”.

Una proposta per l'estate di giovani che si sentono europei. E che vogliono continuare a scoprire che la diversità è ricchezza.

Da domenica 26 agosto a martedì 4 settembre c'è la "Scuola di pace" a Banja Luka in Bosnia Erzegovina, dodicesima edizione del campo estivo per giovani organizzato da Caritas Vittorio Veneto assieme a Caritas Banja Luka e a Youth For Peace.

Sono dieci giorni divisi tra formazione, riflessione, servizio alla comunità locale e turismo da condividere assieme a giovani bosniaci, con la guida di altri giovani, quelli del gruppo Youth For Peace, composto da bosniaci di varie religioni – cattolici, ortodossi, musulmani o ebrei – che. Insieme. operano per il bene comune.

Il tema del campo quest'anno è "La questione identitaria in Europa nel XXI secolo - Migrazioni, xenofobia, crisi di identità e dialogo interculturale".

Per iscrizioni e informazioni contattare Caritas Vittorio Veneto allo 0438550702 maracattai@caritasvittorioveneto.it

L'altra proposta estiva di Caritas è “Recover”, scambio giovanile europeo dedicato all'ecoturismo e alla tutela dell'ambiente in programma da mercoledì 8 a sabato 18 agosto a Baqel in Albania, con la partecipazione di giovani italiani, albanesi e bosniaci. Questo campo è parte del progetto Erasmus Plus “Inside”, finanziato dall'Unione Europea, che concluderà il suo percorso biennale nel prossimo autunno proprio a Vittorio Veneto.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok