News

05 Mar 2018


Eventi in ricordo della Grande Guerra

Fanfare, cori, mostre, film, rievocazioni storiche… La Fondazione Santa Augusta Onlus rende protagonisti i Corpi d’Arma presenti nel territorio.

Stamane, nel corso di una breve conferenza stampa, la Fondazione Sant’Augusta Onlus ha presentato il programma di eventi 2018 che si svolgeranno nel territorio per il territorio, allo scopo di far memoria del passato nel Centenario della Prima Guerra Mondiale.

Data la ricorrenza, la Fondazione ha pensato bene di coinvolgere i diversi Corpi d’Arma della Città di Conegliano, compresi familiari e amici. Hanno aderito la Consulta delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma (presidente Natale Cianciaruso), l’Associazione Bersaglieri (presidente Nicolino Cusimano), il Gruppo “Oreste Pianca” dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia (presidente Alessandro Mazzolo), la sezione di Cavalleria del Corpo degli Alpini (presidente Franco Modolo), e l’Associazione dei Carabinieri (presidente Giancarlo Da Ros); non mancherà l’appoggio della sezione locale UNSI – Unione Nazionale Sottufficiali Italiani (presidente Diego Orlandini) e della sezione locale UNUCI – Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia (presidente Romano Coccia).

Così, da marzo a novembre potremo assistere e partecipare a esibizioni corali, percorsi museali, proiezioni di film, lezioni storiche, rievocazioni storiche, etc.; ciascuno evento verrà di volta in volta annunciato con apposito materiale pubblicitario.

I percorsi museali riguardano Alpini, Cavalieri e Marinai. Tra di loro ci sono dei collezionisti che mettono il materiale raccolto e conservato negli anni a disposizione degli anziani residenti dell’Opera Immacolata di Lourdes e di tutta la rete che vi gravita attorno (familiari, amici e cittadini tutti).

Segnaliamo inoltre la Marcia DFC, una marcia non competitiva di 10 chilometri a passo nordic oppure libero, funzionale ad una raccolta fondi per l’acquisto di un deambulatore per gli anziani. La marcia, prevista per domenica 10 giugno, partirà dalla Residenza di via Lourdes e arriverà fino al Museo degli Alpini, dove si potrà visitare la mostra. Questa marcia, dunque, unisce - attorno a un nobile scopo - la passione sportiva all’interesse storico che da sempre caratterizza il nostro territorio.

Altro aspetto interessante della rassegna di eventi proposta è la rievocazione storica. All’interno del gruppo della Cavalleria del Corpo degli Alpini, ad esempio, c’è chi fa parte di una scuola di ballo e, per l’occasione, farà una ricerca storica sui balli in voga all’epoca della Prima Guerra Mondiale e li riprodurrà in un’esibizione che unirà danza e storia. E ancora, alla Festa dei Parenti che si svolgerà il 26 maggio presso la Residenza Opera Immacolata di Lourdes gli Alpini, coinvolti nel servizio ristorazione, proporranno agli ospiti e ai familiari della struttura un menù ispirato ai cibi di quel tempo.  

Il programma di eventi, che si preannuncia ricchissimo, terminerà (non a caso) domenica 4 novembre (Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate) con una S. Messa solenne alla quale parteciperanno i rappresentanti dei vari Corpi d’Arma in uniforme; nel corso della celebrazione si darà lettura di una lettera dal fronte e della Preghiera al Milite Ignoto.

Alla conferenza stampa di questa mattina erano presenti Elena Bortolomiol della Fondazione Santa Augusta Onlus, alcune educatrici presso la struttura residenziale Opera Immacolata di Lourdes, il colonello Natale Cianciaruso per la Consulta delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma e il colonnello Nicolino Cusimano per l’Associazione Bersaglieri (presenti in foto).  






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok