“Il Piave racconta…”: la grande mostra fotografica alpina

Antica Fiera, novità 2017: con i muli alla mostra fotografica sulle ferite della Grande Guerra nel nostro territorio, per conoscere, ricordare, migliorare.

Oltre agli asini, all’Antica Fiera ci saranno anche dei muli molto speciali: quelli delle salmerie della sezione Alpini di Vittorio Veneto custoditi a Cappella Maggiore, con amorevole cura, dalla penna nera Antonio De Luca assieme a un nutrito gruppo di conduttori volontari.

Saranno proprio i muli ad accompagnare i visitatori alla grande mostra fotografica alpina “Il Piave racconta…” allestita negli spazi del Palaingresso e visitabile gratuitamente per tutti i giorni dell’Antica Fiera.

L’allestimento prevede l’esposizione di oltre 800 fotografie, di cui molte inedite provenienti da archivi storici e collezioni private, e di un numero significativo di cimeli d’epoca.

L’esposizione è incentrata sulla Grande Guerra e sulle ferite che, durante l’occupazione del 1917-18, sono state inferte ai nostri territori. Ferite ai borghi e ai paesi ma anche ai cuori di migliaia di persone, colpite nell’intimo delle proprie case e costrette a diventare profughi di guerra, a fuggire ed essere accolti altrove.

«Desideriamo cogliere l’occasione dell’Adunata del Piave per far vedere alle nuove generazioni cosa è stata la prima guerra mondiale per i paesi e per le popolazioni di questi nostri territori - spiega Giorgio Visentin, vicesindaco di Godega, già capogruppo ANA e ora curatore della mostra -. Molti oggi non conoscono i tragici fatti di quel tempo, ma è giusto che si conoscano, che la memoria venga custodita e trasmessa, perché il presente può essere letto in modo corretto solo attraverso una conoscenza approfondita del passato».

Un’iniziativa importante, dunque, che il COA, il comitato organizzatore dell’adunata, ha ritenuto di affidare alla sezione ANA di Conegliano e al gruppo alpini di Bibano-Godega, presieduto da Christian Diana. Stanno lavorando alla selezione del materiale fotografico, oltre a Giorgio Visentin, Carmelo Biz e Aldo Vidotto, del centro studi ANA di Conegliano, Innocente Azzalini, ricercatore, e Luciano Barzotto, direttore del museo alpino della città del Cima.

La mostra “Il Piave racconta…” sarà inaugurata sabato 4 marzo, nell’ambito della cerimonia di apertura dell’Antica Fiera, ed introdotta venerdì 3 marzo dall’esibizione congiunta – per la prima volta! – del coro sezionale “Giulio Bedeschi” e della fanfara alpina della sezione di Conegliano. Il concerto, a ingresso libero e gratuito, si terrà alle 20.30 al palazzetto dello sport di Pianzano. 

---

La cerimonia di inaugurazione dell’Antica Fiera di Godega si terrà sabato 4 marzo alle ore 10.30 con il tradizionale corteo che dal Municipio arriverà in Fiera accompagnato dalla fanfara alpina, al quale parteciperanno le autorità.

Gli spazi espositivi saranno già visitabili a partire dalle 8.30. Gli espositori rimarranno quindi visitabili sabato fino alle 20, domenica, dalle 8.30 alle 20, e lunedì 6 marzo dalle 8.00 alle 19.00.

Costo: 6 € intero - 3 € ridotto (ragazzi dai 12 ai 15 anni) - gratis per i bambini fino a 11 anni

Per tutta la giornata di sabato 4 marzo si entrerà gratis! (Novità 2017)

I numeri di questa manifestazione, che ha più di 800 anni, raccontano lo sforzo di un territorio che si mobilità per organizzare la “sua” Antica Fiera mettendo in campo le sue forze migliori.

Nell’organizzazione dell’evento, promosso dall’Amministrazione comunale e quest’anno gestito insieme a due aziende di livello nazionale vincitrici del band, la DGE System e la Gu&Gi, sono coinvolte nove associazioni del paese e un 600 volontari.

Per un approfondimento sulla storia dell’Antica Fiera di Godega S.U. e per ulteriori informazioni si rimanda al sito www.godegafiere.it.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok