News

25 Mar 2021


Itaca-Friuli: un “salto di specie” per superare la pandemia

Itaca aderisce con i propri servizi, e in stretta collaborazione con gli enti locali di riferimento, all’edizione 2021 di M’illumino di Meno, la campagna lanciata da Caterpillar e Radio2.

La Cooperativa sociale Itaca aderisce anche quest’anno con i propri servizi, e in stretta collaborazione con gli enti locali di riferimento, a M’illumino di Meno la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata nel 2005 da Caterpillar e Radio2. L’edizione 2021, prevista venerdì 26 marzo, è dedicata al “Salto di specie”, l’evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere che dobbiamo assolutamente fare per uscire migliori dalla pandemia.

Con un salto di specie, da un pipistrello a un pangolino, dal pangolino all’uomo, un virus ha messo in ginocchio la specie umana. Abbiamo capito quanto siamo fragili, drammaticamente interconnessi, quanto abbiamo logorato il mondo in cui viviamo mettendolo in pericolo. Abbiamo fatto noi, la specie umana, da trampolino per questo salto di specie: pipistrello e pangolino stavano da millenni in equilibrio in una foresta tropicale. Adesso tocca alla specie umana fare un salto di specie, un’evoluzione nel nostro modo di abitare il pianeta. Ognuno di noi è chiamato a diventare più green, più responsabile, più sostenibile, più efficiente, più intelligente, più in armonia con il pianeta. Bisogna fare un salto in avanti: in tanti modi, in tanti ambiti. M’illumino di Meno 2021 raccoglie e racconta i salti di specie singoli e collettivi verso la transizione ecologica. Quelli già fatti, quelli in atto, quelli in programma. Grandi e piccoli balzi in avanti: salti di specie.

È questo l’invito raccolto da Itaca; raccontare i piccoli e grandi “salti di specie” attraverso la lente dei propri servizi. Sono molte le attività già avviate, altre partiranno a breve, con il coinvolgimento di residenze protette per anziani, comunità residenziali per persone con disabilità, dopo scuola, centri di aggregazione giovanile, consigli comunali dei ragazzi. Presentiamo qui i servizi proposti e attivati in Friuli Venezia Giulia.

CIMOLAIS PN | Oltre alla oramai consueta cena a lume di candela, la Residenza assistenziale alberghiera di Cimolais quest'anno propone “Il nostro salto di specie è lo scambio intergenerazionale”, progetto che coinvolge gli alunni della scuola primaria di Claut. Gli anziani scriveranno, con l'aiuto dell'animatrice di Itaca, una lettera indirizzata ai bambini delle classi prima e seconda, dove spiegheranno in maniera semplice e con l'aiuto di immagini esemplificative l'importanza del risparmio energetico, delle soluzioni green e di tutte quelle azioni volte a mantenere in salute il nostro pianeta. Inoltre, i bambini assumeranno un ruolo da protagonisti perché verrà proposto loro di farsi promotori di queste azioni virtuose rivolte al risparmio energetico anche all’interno delle proprie famiglie.

SACILE PN |Alla Residenza Protetta per anziani di Sacile il Nucleo Giallo, che accoglie persone sofferenti di demenza o Alzheimer, diventerà più verde. Verranno infatti realizzate una serie di attività dedicate al giardinaggio e alla cura del verde per il ripristino del terrazzo e rendere il nucleo più green. Alla sera, la ormai tradizionale cena a lume di candela e lucine, con un angolo nel nucleo protetto abbellito per la speciale occasione.

PALUZZA UD | L’Asp Covil Matteo Brunetti di Paluzza racconterà il proprio impegno o balzo in avanti verso la rivalutazione degli spazi esterni alla struttura, attraverso l’allestimento di un vero e proprio “Giardino dei sensi”. “Si tratta di un percorso sensoriale che guida i nostri anziani residenti verso le bellezze del nostro orto. Il 26 marzo continueremo il nostro cammino portando all'interno della casa di riposo i profumi delle piante officinali”.
Come da consuetudine, la Casa di riposo di Paluzza partecipa con entusiasmo a “M’illumino di Meno”. Quasi un anno fa, il Covid-19 ci ha colpiti duramente, costringendo i residenti a rimanere isolati nelle loro camere per lungo tempo, senza la possibilità di stare in compagnia, di vedere i propri familiari e di uscire per respirare l'aria fresca della montagna.
Abbiamo visto la primavera passare come un soffio, dalla finestra della nostra camera, privandoci dei suoi profumi, dei suoi colori, dei suoi odori. Il Covid-19 non ci ha soltanto rubato gli affetti personali, ma ha anche annullato la percezione dei sensi, lasciandoci come unico contatto con l'esterno i nostri occhi, che scrutavano sconcertati questa situazione così strana. Superata l'emergenza, è ritornata l'occasione per uscire e respirare quell'aria fresca tanto attesa, ritrovando così vecchie amicizie, abitudini e quella “normalità” che prima davamo per scontata. Durante le nostre lunghe passeggiate in cortile, abbiamo allestito piano piano, con l'aiuto degli operatori e degli anziani, un vero e proprio percorso sensoriale che ha guidato i residenti fra le bellezze del nostro giardino. Gli occhi finalmente vedevano oltre quella finestra, inebriati dai profumi, dagli odori e dai sapori.
Gli anziani hanno accolto questa iniziativa con entusiasmo, andando a raccogliere fiori, frutti ed erbe aromatiche. Con il maturarsi delle mele e dell'uva abbiamo organizzato la “Festa del raccolto” dove, in collaborazione con i diversi servizi che operano nella struttura, la frutta è arrivata direttamente sulle nostre tavole. L'inverno ha portato una spessa coltre di neve su tutta la montagna e sul nostro giardino, che si è addormentato in attesa di svegliarsi, più avanti, con l'arrivo delle tiepide giornate di primavera.

Il 26 marzo continueremo il nostro cammino sensoriale, portando all'interno della Casa di riposo quei profumi, odori e sapori che a causa del Covid avevamo perso e che vogliamo tenere stretti a noi.

VILLA SANTINA UD | L’Asp Stati Uniti d’America di Villa Santina parteciperà all’evento proponendo il 26 marzo a una quindicina di anziani residenti di fare un “Salto di specie in… giardino”, sistemando e abbellendo il giardino della struttura con fiori e alberi da frutto. L’idea di pensare ad un intervento nel giardino interno della struttura, che in epoca pre Covid-19 veniva utilizzato solo saltuariamente, nasce per coinvolgere i clienti per renderlo più accogliente e invitante, in modo che possa essere utilizzato maggiormente.

CERVIGNANO DEL FRIULI UD | La Casa di riposo Valentino Sarcinelli di Cervignano del Friuli proporrà venerdì 26 marzo la tradizionale cena a lume di candela e, nei giorni precedenti, un laboratorio per creare con materiali di riciclo dei portaovetti-segnaposto in vista del pranzo di Pasqua.

UDINE | La comunità residenziale per persone con disabilità Cjase Nestre di Udine rinnova anche quest’anno la sua presenza con la cena a lume di candela, che sarà preceduta dalla piantumazione in giardino di un nuovo albero. “Abbiamo anche scaricato il gioco da tavolo che si propone di far comprendere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, obiettivi che gli Stati membri dell'Onu si sono impegnati a raggiungere entro il 2030”.

PORPETTO UD | Il doposcuola di Porpetto propone “La casa della biodiversità”, attività rivolta ad una ventina di alunni della locale scuola primaria, che prevede la costruzione di una casa per gli insetti con materiale di riciclo recuperato dall’ambiente, evitando a priori l’utilizzo di plastica, carta o metallo.
Verranno costruite due casette, una per ognuno dei due gruppi in cui sono stati suddivisi i bambini per rispettare le restrizioni anti Covid-19, che saranno posizionate nel giardino della scuola primaria di Porpetto.
Le due educatrici di Itaca hanno anche consegnato loro un vademecum in cinque punti con tutte le istruzioni da seguire: “1. Prendi una cassetta di legno per verdure; 2. Raccogli sassolini, pigne, bastoncini, foglie, paglia, corteccia; 3. Con i legnetti più grandi e lo spago, crea degli scompartimenti dentro la cassetta; 4. Metti i materiali raccolti nei vari spazi; 5. Appoggia la casetta in un posto riparato e tranquillo in giardino. Gli insetti saranno felici di abitare la loro nuova casetta!”.

Una volta completate e posizionate le due casette, ogni bambino riceverà il volantino con le istruzioni per costruire la stessa casetta a casa propria, con i genitori o con un proprio caro.

CARLINO UD | “Salti green nel futuro” per il doposcuola di Carlino, che coinvolge 30 bambini iscritti alla locale scuola primaria. L’iniziativa partirà con la visione di un video per un confronto e dialogo esplorativo sulle loro percezioni, la loro conoscenza, comportamento e partecipazione attiva a M’illumino di meno.
Con la guida delle due educatrici di Itaca, i bambini comporranno una filastrocca collegata a scene che mostrano i salti di specie che i bambini fanno nella loro vita quotidiana, dando così risalto al comportamento vero e spontaneo degli alunni, che poi verrà riportato sul supporto tecnologico moderno, il video, che fa da ponte tra i nativi digitali e le famiglie.

Ai bambini verrà consegnato il volantino di M’illumino di Meno e a fine anno scolastico riceveranno un dvd che, oltre al percorso di doposcuola, conterrà anche la loro partecipazione a M’illumino di Meno. Inoltre, il 26 marzo i genitori dei bambini che frequentano il doposcuola riceveranno un SMS per ricordare loro il valore di questo momento di riflessione, verrà allegato un breve video riassuntivo di 7 secondi (stile gif) sul tema di quest’anno, di cui saranno protagonisti proprio i bambini con il loro “salto green”.

RUDA UD | Il doposcuola di Ruda punta ad approfondire con i bambini uno dei “salti di specie” proposti, in particolare quello che riguarda la sensibilizzazione verso la raccolta differenziata e il riciclo dei materiali.
Il tema sarà affrontato in momenti diversi, a partire da un primo incontro in sala mensa per sensibilizzarli alla raccolta differenziata partendo da un gioco, attraverso il quale avranno modo di riflettere sul perché sia così importante riciclare e come ciascuno di loro, anche se ancora piccolo, possa contribuire a realizzarla con successo.

Nelle giornate successive sono previste delle attività in classe suddivise in due tipologie: 1. Costruire con i bambini dei contenitori per la raccolta differenziata riciclando degli scatoloni in cartone, che poi verranno collocati nelle classi del doposcuola, in modo che possano venire in seguito attivamente utilizzati; 2. Creare un semenzaio con le bottiglie di plastica da dove le piantine, una volta cresciute, potranno poi essere trasferite nel terreno del giardino scolastico.

AIELLO DEL FRIULI UD | Il doposcuola di Aiello del Friuli aderirà all'iniziativa piantumando dei fiori assieme ai bambini nel giardino antistante la sede del doposcuola. Le educatrici di Itaca affronteranno i temi della raccolta differenziata e dello spreco del cibo, i bambini esprimeranno i loro pensieri realizzando disegni sul tema "cosa vorresti fare per migliorare il nostro pianeta" e realizzeranno un cartellone tutti assieme.

BASSA FRIULANA E AGRO AQUILEIESE UD e GO | Articolate le attività curate e organizzate dai Centri di aggregazione giovanile della Bassa Friulana – Agro Aquileiese, in stretta collaborazione con le Amministrazioni comunali.

CARLINO. Incontri a distanza con il Consiglio comunale dei ragazzi che coinvolgeranno anche il gruppo genitori dei consiglieri. Venerdì 19 marzo alle 18 incontro con i genitori del CCR; lunedì 22, venerdì 26 e lunedì 29 marzo dalle 15 alle 17.30 incontri con i consiglieri del CCR. I genitori verranno coinvolti nei temi che verranno poi affrontati con i ragazzi; lancio della challenge “Cena a lume di candela”. Gli incontri con i ragazzi verteranno su tre laboratori a tema su efficienza domestica, sostenibilità alimentare e sostenibilità negli acquisti dell’abbigliamento. Ogni pomeriggio includerà una parte riflessiva e una di gioco, per portare poi alla realizzazione di un vademecum.

PORPETTO. Percorso di cittadinanza attiva con il CCR e laboratorio sul tema con i ragazzi del locale Centro giovani. Durante gli incontri settimanali in orario di apertura del Centro (martedì e sabato dalle 16 alle 19) “costruzione” di una richiesta da inviare successivamente al Comune di Porpetto per attivare una serie di interventi urbani sul territorio. Coinvolgimento dell’associazione Lenza Porpettese in merito alla tradizionale gara dello “Sbordon”. Intervista e approfondimento da parte dei ragazzi, special modo sulla pulizia delle acque nel bacino dell’Aussa-Corno. Incontro-testimonianza con un giovane volontario di Pagnacco, Leonardo Torossi dell’associazione “Per un Friuli Venezia Giulia più pulito”, laboratorio con i ragazzi del Centro giovani sulla sostenibilità dell’abbigliamento e degli acquisti, costruzione finale di un vademecum sulle buone pratiche.

TORVISCOSA. Coinvolgimento della comunità, degli studenti delle scuole medie e della classe 2001. Venerdì 12 marzo alle 20.30 incontro con i 18enni. Giovedì 25 marzo e martedì 29 marzo dalle 16 alle 18 attività a distanza con i ragazzi delle scuole medie. L’incontro con i ragazzi della classe 2001 nasce per coinvolgere i neo 18enni nella serata informativa sulle polveri sottili a cura dell’Arpa Fvg, la cui data verrà definita successivamente. Laboratori a distanza sul tema dell’efficienza domestica e sostenibilità alimentare. Ogni laboratorio includerà una parte di challenge, di riflessione e costruzione di un vademecum di buone pratiche.

BAGNARIA ARSA. Dall'8 al 26 marzo "Salti di specie in DAD e in famiglia", grazie al prezioso contributo delle maestre della scuola primaria Margherita Hack, insieme agli educatori di Itaca e agli amministratori comunali, percorso di condivisione all'interno del Consiglio Comunale dei Ragazze e delle Ragazze: gli alunni potranno comprendere cosa sia un “salto di specie” [fase della conoscenza] e proporranno i loro quattro elementi positivi [fase della consapevolezza], decidendo “insieme” [fase deliberativa] quale salto realizzare in concreto [fase dell’azione] tra le seguenti proposte: 1) Differenziare 2) Evitare lo spreco dell’acqua 3) Curare il verde 4) Evitare lo spreco energetico. Si tratta di un percorso partecipativo per piccoli e grandi, dove riassaporare il gusto di “deliberare” una piccola azione che diventa concreta. I giovani consiglieri, con intorno una comunità adulta, mettono in campo “un vero e proprio salto di specie 2021” dove una piccola azione diventa poi una grande azione perché fatta realmente insieme, tanto da essere vissuta da tutti sia in DAD con le maestre sia all'interno delle rispettive famiglie o con gli educatori. Inoltre, lunedì 22 marzo alle 17, la Commissione Ambiente del CCRR dedicherà un momento speciale all’ordine del giorno per il coordinamento dell’iniziativa.

MUZZANA DEL TURGNANO. Dal 10 al 27 marzo dalle 17 alle 19 nelle giornate di apertura del Centro giovani, appuntamenti speciali a distanza con “Stanzute on Air”, momenti leggeri ma concreti per offrire, grazie alle tematiche ambientali, una sana boccata di ossigeno e di “libertà”, almeno virtuale. Durante gli appuntamenti, piccoli momenti informativi dove condividere fotograficamente le caratteristiche ambientali del proprio paese, ma anche challenge collettive su sostenibilità ambientale e “di senso” rispetto al periodo di emergenza sanitaria che stiamo attraversando. Tra le varie iniziative, previsto un piccolo sondaggio su “Qual è il tuo salto?”, i ragazzi saranno chiamati a proporre la loro azione di cambiamento, non solo ambientale, per decidere insieme cosa mettere prima e dopo “M’illumino di Meno” sia a casa sia in DAD.

SAN GIORGIO DI NOGARO. Per tutto il mese di marzo "Salto di Spassa", sistemazione dei vasi “abbandonati” di Villa Dora con nuove piantine e allestimento di luce led multicolore ad energia solare, in collaborazione con la Biblioteca Villa Dora e AFDS. Inoltre, partecipazione alla giornata ecologica promossa dal Comune di San Giorgio di Nogaro, associazione nazionale Alpini e Legambiente, e pubblicazione di pillole ecologiche tramite i canali social.

LATISANA. "Noi, il nostro pianeta, il nostro futuro" è il titolo delle iniziative previste a Latisana da lunedì 22 marzo a giovedì 1° aprile, inserite all'interno di “Take a Break”, attività online per i ragazzi del Centro Giovani. Previsti giochi e quiz su sostenibilità alimentare, stili di vita sani e buone abitudini. Attraverso il gioco i ragazzi scopriranno nuove informazioni, grazie alle quali potranno riflettere sul futuro che vorranno. ORTOLAB – La natura non si ferma e noi la aiuteremo: in attesa di poter fare il nostro orto in vaso presso il Centro Giovani, ci armeremo di terra e semi per realizzare “bombe di semi” e “orti in vaso”.

SAGRADO. "Di Meno = Di Più", il 27 marzo dalle 16 alle 18 laboratorio virtuale con i ragazzi del Gruppo Giovani Sagrado sulla sostenibilità delle nostre abitudini quotidiane. Attraverso l’uso di strumenti multimediali, quiz e giochi, i ragazzi potranno riflettere sul loro stile di vita e su come migliorarlo, per loro e per l’ambiente. Dalle “piccole” scelte di ogni giorno, dipende il futuro di tutti.

COMUNITÀ TAL GRIM - RONCHIS. Venerdì 26 marzo alle 16 “Si svanga la prima zolla”: se per costruire un edificio si posa il primo mattone, per fare un orto si svanga la prima zolla? Noi crediamo di sì e quindi immortaleremo l’evento, e da lì in poi procederemo, seguendo la stagione, a seminare e piantare tutto quello che d’estate potremo mangiare. Se poi la cosa ci prende la mano, a fine agosto mettiamo giù anche le fragole che ci accompagneranno fino all’anno venturo e produrranno un raccolto sicuro! Raccogliamo così verdura e frutta, raccogliamo il testimone del vicino esperto orticoltore, raccogliamo il lascito dei precedenti abitanti della casa, raccogliamo la memoria dei nostri antenati, sicuramente legati alla terra e con tutti questi frutti spicchiamo il nostro salto di specie: DAL GRIM A L’ORT, dal grembo all’orto! E se son fragole, mangeremo.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok