L'estate e le sagre

Dopo due anni passati lontani, è ancora più bello e vero ri-incontrarsi!

Una costante dell’estate è la sagra, sinonimo di ritrovo in compagnia all’aria aperta. Ma anche tradizione, genuinità, calore. E cuore. Sì, perché dietro ogni sagra, specialmente quelle parrocchiali, c’è il cuore di tanti volontari, che si dedicano all’organizzazione, dalla cucina all’allestimento.

È sembrato strano a tutti, quando, nella tarda primavera del 2020, si dava comunicazione alle comunità parrocchiali e ai comuni della necessità di annullare gli eventi a causa della pandemia. E così pure l’anno successivo. Si respirava incertezza e un po’ di smarrimento nel vedere sospese tutte le attività, comprese quelle estive.

“Insieme ce la faremo!”, ci si ripeteva allora, con una speranza e una certezza: passerà presto, e sarà ancora più bello ritrovarsi insieme.

Così è stato. A poco a poco qualche spiraglio si è aperto e si sono potute riprendere le consuete attività. Dopo una sospensione di due anni, si apprezza ancora di più quel brulicare di gente nelle piazze o nei campi adibiti a sagra, grigliate sotto le stelle, musica e tante risate… Quanto sono belle le sagre! Ben rappresentano l’estate: tempo che si dilata, per contenere più luce, più allegrezza!

Tra le proposte di questo periodo, segnaliamo la Sagra di Zoppè – festa patronale in onore di San Pietro in Vincoli – a San Vendemiano (TV), in partenza venerdì 22 luglio, con tante novità, tra cui la possibilità di prenotare un tavolo direttamente online senza correre il rischio dell’attesa. «Torniamo più carichi che mai, con la gioia e l’esuberanza che ci contraddistinguono – affermano dal Comitato Festeggiamenti Zoppè – pronti a stupirvi con un’offerta enograstonomica ancora più ricca e tanta buona musica. La sagra non è solo una festa ma uno stato d’animo: viviamolo ancora tutti insieme!». Il Comitato Festeggiamenti Zoppè nasce ufficialmente nel 1985 dall’esperienza di un gruppo di cacciatori che organizzava in paese la fiera degli uccelli, alla quale, negli anni successivi, si è aggiunta la festa del patrono. Questa festa patronale è ora l’impegno principale del gruppo, che, nel frattempo, si è arricchito di sempre più presenze giovani, arrivando a contare circa 70 componenti tra i 15 e i 40 anni. Tutti volontari, animati dal desiderio di essere parte attiva della propria comunità, divertendosi. Le proposte uniscono all’intrattenimento la solidarietà, offrendo sostegno alla parrocchia e al suo asilo, ma anche ad altre realtà locali impegnate in prima linea nella tutela dei diritti della persona fragile, quali Anffas e Associazione Fiorot.

Come da tradizione, martedì 2 agosto la sagra si chiuderà con uno straordinario spettacolo pirotecnico.

Sono ripartiti anche i festeggiamenti della Sagra di San Giacomo a Campodipietra di Salgareda (TV), ancora per questo weekend (22-24 luglio) il Gruppo Ricreativo Culturale Parrocchiale è pronto a regalare spazi ed occasioni di convivialità e di incontro. È questa da sempre la mission del gruppo: oltre 70 persone tra pensionati, adulti, giovani e giovanissimi che si spendono donando volontariamente e gratuitamente le capacità e il tempo che possono per la riuscita di una tradizione paesana che ha origine nelle memorie agricole di nonni e bisnonni. Dall’amore per le proprie radici, unito all’entusiasmo dei più giovani, prende vita qualcosa di straordinario e di bello per gli altri. È proprio per gli altri l’azione dei volontari, legati dallo stesso obiettivo, la cura per la propria comunità parrocchiale (valore non sempre scontato e rilevante per molti!), che li vede collaborativi ed operosi in vari periodi e occasioni dell’anno, attenti a ciò che può servire perché le famiglie trovino nella comunità un punto di riferimento accogliente e di crescita umana e cristiana.

Si è lavorato tanto in questo periodo per la sistemazione dei locali dell’oratorio, che ospitano lo stand enogastronomico e la pesca di beneficienza, e dell’area verde attrezzata, adiacente alla chiesa, dove poter continuare in compagnia ascoltando musica, ballando, guardando il cinema sotto le stelle e brindando presso il fornitissimo chiosco. Novità curiosa di quest’anno, il gruppo degli animatori Grest ha organizzato per giovedì 21 Luglio “I Zioghi de na volta”, una serata di intrattenimento per famiglie e ragazzi in cui saranno proposti e riscoperti dei giochi popolari.

Dopo due anni passati lontani, sarà ancora più bello e vero ri-incontrarsi!






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok