News

06 Lug 2017


Operatori del Turismo Religioso. Ecco i primi 13 diplomati

Concluso il biennio superiore, diocesi alleate per la formazione. Il Vescovo Pizziolo: “Esperienza citata ad esempio a livello triveneto”.

Le diocesi di Vittorio Veneto e di Belluno-Feltre consolidano l’azione comune per la promozione del turismo religioso sul territorio, sensibilizzando in questa strategia anche le altre realtà del Triveneto, in particolare per quanto riguarda il tema della formazione e del ruolo essenziale degli operatori.

È l’esito in sintesi dell’importante incontro svoltosi il 3 luglio a Vittorio Veneto, nell’aula Ranon del Seminario vescovile, che ha visto riuniti insieme il Comitato Turismo Religioso delle diocesi di Vittorio Veneto e Belluno-Feltre, una delegazione del consiglio direttivo dell’Istituito Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi” e i gli operatori del turismo religioso diplomati nelle scorse settimane al termine del biennio superiore sperimentale messo in campo dalle due diocesi.

Un momento molto apprezzato di conoscenza, dialogo e condivisione sulla progettualità realizzata in questi anni dalle due diocesi, al quale ha presenziato il Vescovo di Vittorio Veneto, mons. Corrado Pizziolo, che ha avuto parole di stima e di grande considerazione per l’attività di quanti – responsabili, docenti e collaboratori – hanno animato il qualificato percorso di formazione degli operatori nel biennio 2017-2015, nelle sedi di Belluno e Vittorio Veneto, sotto la regia del Comitato interdiocesano presieduto da Cristina Falsarella (vice presidente Ivana Faramondi).

«Posso dire che a livello di diocesi del Triveneto – ha osservato il Vescovo Pizziolo – questa esperienza riuscita di visione condivisa e di stretta collaborazione sui temi della cura e promozione dei beni culturali e artistici, degli itinerari nei luoghi sacri e del turismo religioso viene citata a esempio, e mi auguro che possa avere continuità trovando altri allievi in futuro e occasioni concrete di valorizzazione dei diplomati formati nel biennio appena concluso».  Il presule vittoriese ha anche ricordato la nascita dell’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”, che ha sede presso il Collegio Balbi Valier di Pieve di Soligo, e l’inaugurazione a settembre della nuova casa di accoglienza per i pellegrini nella foresteria dell’Abbazia di Follina, luogo di grande richiamo per i visitatori alla ricerca di bellezza, di silenzio e di spiritualità.

La presidente del Comitato, Cristina Falsarella, direttore dell’Ufficio Arte Sacra della diocesi, ha ringraziato il vescovo Pizziolo per il costante sostegno e ha evidenziato il cammino intrapreso, la soddisfazione per l’esito del biennio, i programmi sviluppati a livello triveneto e la stessa attività di collaborazione con “Vino in Villa”, che ha permesso di vedere all’opera i nuovi operatori del turismo religioso in tanti eventi di arte, di fede e di musica  in dodici chiese aperte in un week-end  tra Vittorio Veneto e Valdobbiadene. Le ha fatto eco il direttore scientifico e vice presidente dell’Istituto “Beato Toniolo”, Marco Zabotti, presente insieme ai componenti del direttivo Daniela Pastore e Piero De Faveri, che ha sottolineato l’intensa attività del nuovo ente, i risultati di rilievo del convegno interdiocesano del 7 aprile a Pieve di Soligo, le sinergie attuate con i soggetti e le istituzioni del territorio per le “vie dei Santi” e gli appuntamenti in programma con il centenario della morte del Beato Toniolo, da settembre 2017 a ottobre 2018.

Spazio quindi ai tredici operatori diplomati con il biennio superiore – cinque della diocesi di Vittorio Veneto, sette di Belluno-Feltre e una di Concordia-Pordenone –  che hanno anche illustrato i temi principali della tesi di ricerca presentata da ciascuno all’esame finale, di grande valore e interesse dal punto di vista della storia dell’arte e della simbologia cristiana del nostro territorio: Marta Azzalini, Paola Brunello, Giada Cattelan, Annalisa Cioffi, Alba Facchin, Letizia Lonzi, Elena Maierotti, Tiziana Menegus, Marta Mio, Martina Peloso, Giuliano Ros, Cinzia Tardivel, Lorena Viel. Prossima occasione d’incontro per i corsisti a metà ottobre, con la cerimonia di consegna ufficiale dei diplomi alla presenza dei Vescovi di Vittorio Veneto e di Belluno-Feltre.       






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok