PASSEGGIATA IN CITTÀ – NORDICaMENTE

Un nuovo evento, promosso dalla Fondazione Sant’Augusta Onlus, per fare di Conegliano una comunità amica.

Il progetto DFC (DEMENTIA FRIENDLY CONEGLIANO), promosso da Fondazione Sant’Augusta ONLUS, è partito nel mese di giugno 2016 con il primo evento organizzato in città: IL QUARTIERE AMICO. Lo scorso settembre (mese dell’Alzheimer), in Corte delle Rose, si è organizzato un altro evento dal titolo evocativo: TENERaMENTE.

Quest’anno il gruppo promotore – assieme al Gruppo Kinesis-Nordic Walking Conegliano e all’Associazione Corte delle Rose con il patrocinio del Comune di Conegliano – organizza una PASSEGGIATA IN CITTÀ: NordicAmente in programma domenica 3 settembre. In quell’occasione ci saranno dei gadget offerti dal gruppo CI e Vi broker per il più giovane ed il più vecchio tra i partecipanti. Parteciperanno all’evento in qualità di sponsor le farmacie Losego, Carli, Modenese, Centrale di Conegliano.

L’evento, insieme all’evoluzione del progetto DFC – già riconosciuto a livello nazionale –, è stato illustrato in conferenza stampa giovedì 17 luglio. Erano presenti il Gruppo Promotore (dott.ssa Elena Bortolomiol, referente del progetto; dott. Marco De Carlo, presidente della Fondazione Sant’Augusta; dott. Umberto Lamberti dell’Associazione Familiari Alzheimer; dott. Mauro Antoniazzi, geriatra), gli assessori Sonia Colombari e Gian Bruno Panizzutti in rappresentanza del Comune, Franziskus Vendrame per il Gruppo Kinesis e Patrizia Loberto per l’Associazione Corte delle Rose.

Nel corso della conferenza stampa si è reso noto che Conegliano è la quarta comunità che ha aderito al progetto di costruire una comunità amica della demenza.

L’obiettivo di una comunità amica della demenza è quello di accogliere, comprendere, coinvolgere le persone affette da questa malattia. Ecco perché bisogna coinvolgere tutti – dai negozianti alle forze dell’ordine, dalle associazioni ai comuni cittadini – in un processo di cambiamento in città, affinché le persone con demenza non siano isolate, bensì integrate nelle attività quotidiane della comunità di cui sono parte. Le azioni da compiere in vista dell’obiettivo-inclusione sono le seguenti:

  • Ridurre lo stigma
  • Rendere partecipi le persone con demenza in questo mutamento sociale, coinvolgendole e ascoltando i loro punti di vista
  • Offrire supporto pratico, attività
  • Promuovere un ambiente urbano familiare ed accogliente

Quest’anno il gruppo promotore della DFC, coordinato dalla Fondazione Santa Augusta ONLUS, ha organizzato molte serate di sensibilizzazione:

  • 16 maggio per vigili urbani, vigili del fuoco, polizia, carabinieri
  • 11 aprile, 19 aprile, 4 maggio nelle scuole della città: Liceo Da Collo, I.T.I.S. Galilei, Liceo Marconi.
  • 8 giugno per commercianti città, banche, farmacie

Il cambiamento è nelle nostre mani, e comprendere è il primo passo per cambiare. Ciascuno di noi, poi, può fare da traino e invitare amici, colleghi, familiari a sensibilizzarsi su cosa significa vivere con la demenza e, di conseguenza, fare in modo che i luoghi frequentati (posto di lavoro, spazi ricreativi, quartieri urbani, etc.) siano inclusivi, per creare una vera e propria rete di solidarietà. Allora sì che si ci si può vantare di vivere in una comunità amica






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok