News

28 Giu 2019


Premio "Robe da Mati" al progetto "Hugbike di Fondazione Oltre il Labirinto"

Nonostante i 40 gradi di giovedì 27 giugno, oltre 300 persone hanno affollato la Loggia del Cavalieri per la seconda serata di “Robe da Mati”*, rassegna culturale organizzata dalla Cooperativa sociale Sol.Co.** e che ieri sera ha visto protagonista Giulio Casale, che ha narrato la vita dei grandi artisti trevigiani del ‘900, da Parise a Berto, da Martini a Rossi.
Serata di premiazione, inoltre, che ha visto vincitore della prima edizione del “premio Robe da Mati” il progetto Hugbike, la “bici degli abbracci” di Mario Paganessi e la Fondazione Oltre il Labirinto, seconda classificata Elena Vanzin e il suo “Valdolamatrek”, terzi gli autori di “Questo libro ha senso... anzi ne ha cinque”, con la giovane tipografa Ilaria Toffanin.
Oltre 1800 i voti espressi online dai cittadini, che hanno decretato il progetto vincitore.  
I premi in cristallo sono stati realizzati e offerti dal maestro Marco Varisco, presente alla serata finale. 

Robe da Mati non si ferma, ritornerà dopo l’estate, sabato 14 settembre, spostandosi nel bellunese, a Cortina, per un appuntamento organizzato da Confcooperative Belluno Treviso, dove la protagonista sarà Lella Costa e le sue “Questioni di cuore”

---

*La rassegna “Robe da Mati, nata in occasione del venticinquesimo anniversario della Cooperativa sociale Sol.Co., si propone di parlare di salute mentale attraverso il teatro, la musica, la scrittura nelle piazze, abbattendo pregiudizi e muri che ancora esistono, attraverso una scelta coraggiosa, un modo nuovo ed efficace di comunicare il sociale.

**La Cooperativa sociale Sol.Co. da quasi trent’anni si occupa di inserimento lavorativo di persone con disagio psichico ed opera sul territorio con la sua attività di assemblaggio, blisteratura e imballaggio. 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok