Smart Creativity CAMP 2019: un'ondata di creatività

I ragazzi del Liceo Artistico di Treviso ci raccontano il futuro
Con l’idea di un proiettore di design Hi-Tech che migliora l’esperienza sensoriale all’interno di ambienti di scuola, il team BEYOND - composto da Eleonora Piovesan, Elisa Tonetto, Filippo Locatelli, Valentina Puppato, Riccardo Qose e Tommaso Tobio - vince il terzo Smart Creativity CAMP organizzato dal Liceo Artistico Statale di Treviso con il supporto dell’associazione Innovation Future School.
150 ragazzi delle classi quinte divisi in team, 23 idee di progetto elaborate, 15 professori dedicati, 4 study visit presso alcune delle imprese più innovative del territorio (ARPER, SMC, GEOX e FART NEON) grazie alle quali i ragazzi hanno potuto vivere in diretta una giornata in azienda e capire la complessità che sta dietro al lavoro quotidiano di un imprenditore, 6 esperti formatori e mentor, con la sede del Liceo di via Tolpada trasformata in un incubatore permanente di idee. Queste sono in sintesi le cifre del Camp che ha visto i ragazzi lavorare per quattro giorni in team a stretto contatto con imprenditori, formatori e docenti per sviluppare una propria idea di business da presentare alla giuria.
E sabato 14 settembre, nel pomeriggio, l’auditorium delle scuole media Stefanini di Treviso ha ospitato la finalissima in cui l’Assessore alle politiche per la scuola ed i giovani Silvia Nizzetto ha voluto sottolineare la necessità di continuare a rafforzare il collegamento tra mondo della scuole e mondo del lavoro.
Per la giuria, composta da imprenditori ed esperti professionisti, tra cui Giovanni De Girolami, Marisa Graziati, Gabriele Giusto, Sabina Caso, Paolo Cistaro, Nadia Brandalise ed Alberto Toniolo, non è stato semplice scegliere il vincitore tra i progetti presentati che si sono focalizzati quasi tutti su temi legati al riciclo ed alla sostenibilità ambientali.  
 «Progetti come questi aiutano a rafforzare il team working e sviluppare quelle abilità trasversali necessarie per un inserimento di successo in futuri ambienti universitari e di lavoro  – segnala la Dirigente del Liceo Sandra Messina – inoltre i ragazzi, in questa fase del percorso liceale hanno saputo esaltare la Creatività, intesa come capacità di elaborare nuove idee e sviluppare nuovi punti di vista, richiesta dalle aziende del territorio e particolare delle quattro aziende ospitanti, vero valore aggiunto del Liceo Artistico di Treviso».





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok