News

31 Ott 2019


Una reliquia ex sanguinis di Papa San Giovanni Paolo II arriva ad Asolo

Domenica 3 novembre la benedizione, insieme alla titolazione della piazzetta di Villa d’Asolo a Don Giuseppe Stevanato e all'inaugurazione del Monumento alla Madonna e ai due Mansionari Don Carlo Noè e Don Giuseppe Stevanato.

Domenica 3 novembre sarà una giornata dedicata alla devozione ad Asolo, Treviso. Alle 15.00 sarà infatti atteso il segretario di stato vaticano Cardinale Pietro Parolin che, con il sindaco Mauro Migliorini e il parroco Don Alessandro, intitolerà la piazzetta in località via Ca’ Giupponi a Don Giuseppe Stevanato e inaugurerà il Monumento alla Madonna e ai due Mansionari Don Carlo Noè e Don Giuseppe Stevanato. Si procederà quindi alla benedizione del reliquiario in bronzo dorato raffigurante il volto di Papa San Giovanni Paolo II con una folata di vento che sorregge la reliquia ex sanguinis del santo. Sia il monumento che il reliquiario sono opera di Carlo Balljana, “scultore del vento e dei papi” originario di Farra di Soligo.

L’iniziativa del Comitato Organizzatore Ca' Giupponi di Villa d'Asolo ha trovato immediata collaborazione da parte del Comune di Asolo.

Don Carlo Noè (1878 - 1960) fu sacerdote caritatevole, guida spirituale della popolazione, mansionario di Ca' Falier, ad Asolo, dal 1924 al 1947. Don Giuseppe Stevanato (1910 - 1976), nominato dall’allora vescovo di Treviso Antonio Mistrorigo mansionario di Ca' Falier, successe in questa carica a Don Noè. Stimato e amato da tutta la comunità ampliò la chiesa di Ca' Giupponi con una cappellina dedicata alla Madonna del Perpetuo Soccorso, venerata con sentita partecipazione della popolazione e celebrata il 27 giugno.

Il reliquiario contenente la goccia di sangue Papa San Giovanni Paolo II sarà posizionato nella chiesetta della Madonna del Perpetuo Soccorso (via Ca' Giupponi).

Hanno confermato la presenza alla cerimonia anche il sottosegretario agli Interni Achille Variati e il prefetto di Treviso Maria Rosaria Laganà. Sarà inoltre presente la Banda Musicale di Possagno per rendere omaggio al Cardinale Parolin e ad allietare l’iniziativa.

«Don Stevanato in tutti gli anni del servizio pastorale – come hanno sottolineato i compaesani nella richiesta di intitolazione – non ha mai smesso di educare, confortare, esortare al bene e alle virtù. È stato un riferimento che ha inciso nel profondo della vita di molti, che ancor oggi a distanza di oltre 40 anni dalla morte lo ricordano con affetto».

«Papa Wojtyla – sottolinea il sindaco Mauro Miglioriniè stato un uomo eccezionale e santo: poter essere a contatto con una reliquia come quella che accoglieremo domenica 3 novembre riempie tutta la città di gioia. E il fatto di essere una delle pochissime realtà ad avere la reliquia di San Giovanni Paolo II ci onora».






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok