Vogliamo un mondo DIRITTO

Premiazione della X edizione del Concorso Artistico Letterario per le Scuole Primarie, sabato 23 febbraio presso l'Auditorium Dina Orsi di Conegliano.

L’Associazione Armadillo* di Conegliano ha indetto la decima edizione del Concorso

Artistico Letterario dal titolo "Vogliamo un mondo DIRITTO" rivolto alle scuole primarie del territorio.

Questa edizione è stata dedicata in modo speciale alla Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza**, in occasione del 30° anniversario della sua approvazione.

Lo scopo del concorso è stato far conoscere ai bambini i loro diritti, riflettendo sull’importanza della loro esistenza e sulle azioni da mettere in atto affinché questi diritti vengano riconosciuti e rispettati.

I 410 bambini che hanno aderito potevano partecipare singolarmente o a gruppi classi proponendo una composizione in una o più delle seguenti sezioni: poesia, filastrocca, testo con disegno.

Sabato 23 febbraio 2019 alle ore 16.00 all’Auditorium Dina Orsi di Conegliano ogni sezione sarà premiata con materiale didattico o prodotti del commercio equo e solidale.

Saranno ospiti della cerimonia di premiazione Marika Zanchetta e Simone Carnielli con un breve racconto teatrale.

L'evento è realizzato con il patrocino del Comune di Conegliano ed è aperto alla cittadinanza.

 

*Armadillo è un'associazione nata a Conegliano nel 1997 per volontà di cittadini che si prefiggono di portare all'attenzione e sensibilizzare su tematiche relative ai paesi del Sud del mondo. L'intento è quello di promuovere una cultura di giustizia, pace, responsabilità, solidarietà e salvaguardia dell'ambiente. Favorire lo sviluppo di relazioni economiche che valorizzino il lavoro e la dignità umana, oltre che l'incontro fra i popoli. L'associazione è attiva sul territorio con una ricca attività laboratoriale in tutti i gradi di scuola, con percorsi di educazione alla mondialità e iniziative culturali e di promozione sociale. Collabora con enti pubblici e associazioni. Tutte le attività sono condotte e coordinate da professionisti e volontari.

** La Convenzione è stata approvata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 a New York ed è entrata in vigore il 2 settembre 1990. L'Italia ha ratificato il documento il 27 maggio 1991 con la legge n. 176 e a tutt'oggi 193 Stati ne sono parte.
La Convenzione tutela il diritto alla vita (art. 6), nonché il diritto alla salute e alla possibilità di beneficiare del servizio sanitario (art. 24), il diritto di esprimere la propria opinione (art.
12) e ad essere informati (art. 13). I bambini hanno diritto al nome e alla nazionalità (art.7), hanno il diritto di avere un'istruzione (art. 28 e 29), quello di giocare (art. 31) e quello di essere tutelati da tutte le forme di sfruttamento e di abuso (art. 34).
La Convenzione è nata dalla considerazione che “occorre preparare pienamente il bambino ad avere una sua vita individuale nella società, ed educarlo nello spirito degli ideali proclamati nella Carta delle Nazioni Unite, in particolare in uno spirito di pace, di dignità, di tolleranza, di libertà, di uguaglianza e di solidarietà”.





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok