A Vittorio Veneto inaugurazione della mostra di illustrazione “La Torre Disegnata” con artisti di fama internazionale

L’edizione 2019 è dedicata a Mario Vigiak, di recente scomparso. Ospite d’onore l’incisore Luigi Marcon. La mostra sarà visitabile tutti i sabati e le domeniche di ottobre.

Si inaugura alle 18.30 di sabato 5 ottobre la mostra “La Torre Disegnata”, ospitata nella Torre dell’Orologio a Serravalle di Vittorio Veneto. Rimarrà visitabile fino al 27 ottobre, tutti i sabati (16-22) e tutte le domeniche (16-22).

Si tratta di un’esposizione di una decina di artisti vittoriesi (di nascita o di adozione) che portano all’attenzione della propria comunità le loro opere di illustrazione, grafica e fumetto

Le opere degli artisti Corinne Zanette, Michele Vespini, Donata Dal Molin, Luigi Marcon, Roberto Da Re Giustiniani, Arcadio Lobato, Mario Vigiak, Anna Casaburi, Tamara Zambon e Andrea Meneghin sono state radunate attorno ad un’idea originale di Michele Vespini che, con stile ironicamente evangelico, ha voluto come sottotitolo dell’edizione 2019: “Nemo propheta in patria”.

Un modo, questo, per indicare l’importanza di non trascurare la conoscenza dell’attività degli illustratori che vivono tra le colline a nord della Marca, zona ricca di talenti e di successi in questo campo, grazie sicuramente all’importanza storica di figure come Mario Vigiak (a cui è dedicata questa terza edizione di “La Torre Disegnata”) e di Stepan Zavrel, ricordati nella presente edizione con eventi particolari.

E così le nostre comunità vengono sollecitate a scoprire l’importanza dell’illustrazione come risorsa culturale in costante evoluzione, basata sulla comunicazione creativa. Ed è proprio un comunicatore di professione, l’editore e artista Roberto Da Re Giustiniani (Kellermann), che richiama l’attenzione sulla presenza di figure come l’incisore vittoriese Luigi Marcon (ospite d’onore) e l’animatore giapponese Miyazaki. Questi maestri, diversissimi tra di loro, hanno in comune il fatto di essere “creatori d’immagini di qualità riproducibili”; non importa quindi quale sia il mezzo, se il torchio d’incisione o l’animazione cinematografica, il manifesto stampato o il disegno pubblicato in Instagram o Facebook.

L’illustrazione è un rapporto tra generazioni che utilizzano mezzi diversi, in un dialogo costante tra evoluzione tecnologica ed estetica. “La Torre Disegnata” vuole anche sottolineare l’importanza del rapporto tra maestri e discepoli con un motto spagnolo che, secondo il madrileno Arcadio Lobato, non ha bisogno di traduzione: “Todo lo que no es tradición, es plagio”.

Molti gli eventi a calendario: le serate del 12, 19 e 26 ottobre (dalle 20.45 alle 22) dedicate rispettivamente a Mario Vigiak, ai “Maestri dei Maestri” e ai filmati d’arte dei ragazzi del Liceo Artistico Bruno Munari di Vittorio Veneto; e tutti i martedì 8, 15, 22 ottobre (dalle 21 alle 23) il ciclo dedicato al cinema di animazione curato da Walter Dal Cin.

Chiuderanno la manifestazione due momenti ludico-ricreativi: lo spettacolo di burattini “La bella Fiordaliso e la Strega Sansovino” venerdì 25 ottobre alle 17.45 e domenica 27 ottobre alle 20 la Frittata dell’artista (frittata per tutti).  






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok