Friedensreich Hundertwasser: il genio della linea curva

Visita a Vienna... la scoperta di un artista straordinario.

Friedensreich Hundertwasser (vero nome Friedrich Stowasser) è stato un pittore, architetto ed ecologista austriaco nato a Vienna nel 1928 e ivi morto nel 2000. Pochi giorni fa ho avuto il piacere di visitare la Hundertwasserhaus, il condominio viennese progettato dallo stesso artista nel 1986 con ben 50 appartamenti del tutto particolari.

Convinto ecologista, Hundertwasser progettò questa “casa” con uno stile del tutto particolare: rifacendosi al suo motto “la linea retta è senza Dio” fece in modo che i muri esterni fossero colorati, ricchi di linee curve e inserti in ceramica di recupero; inoltre, ogni appartamento doveva avere un giardino pensile e non doveva assolutamente presentare spigoli vivi, per riprendere il concetto della morbidezza della linea. Se dall’esterno l’edificio è un assoluto tripudio di colori e vivacità, dentro la galleria mette in mostra l’incredibile genialità di questo straordinario artista.

Non lo conoscevo, pertanto sono entrato nelle Gallerie Hundertwasser con un po’ di curiosità mista a stupore per ciò che vedevo: finestre fatte con vecchie bottiglie, scalini irregolari e ricurvi, pavimenti prima in legno poi in cotto, etc.; viste le prime opere, subito, ho provato meraviglia: la sua arte, per quanto elementare possa apparire, è, in realtà, un fitto miscuglio di tecniche e concetti.

Il catalogo è molto vario: tele, disegni, arazzi, progetti di edifici (chiese, inceneritori, città), bandiere e tappeti; anche i colori sono molto vari, vivaci e incredibilmente abbinati. Ho apprezzato moltissimo la sua avversione per la perfezione delle linee, la poesia dei temi e dei soggetti, la complementarietà dei colori e la loro assurda combinazione, la fantasia e il messaggio dell’artista. Dire che sono rimasto meravigliato è riduttivo! Non si tratta della solita arte moderna ma di un autentico manifesto poetico: l’ampiezza dei temi e dei soggetti raffigurati spazia dall’essere umano e la sua dimensione interiore alla natura e al suo rapporto con l’epoca contemporanea. La non linearità delle opere ha rilassato del tutto la mia mente; a prima vista l’arte di Hundertwasser potrebbe apparire psicodelica e forse frutto di una qualche folgorazione, ma con la giusta ottica si può intravedere il lavoro di un artista straordinario.

Delle tante opere presenti, in particolare, ho ammirato per diverso tempo alcune bandiere e un singolare progetto architettonico. Tra le poche bandiere presenti nella galleria, ho apprezzato particolarmente quella creata per lo stato d’Israele per riappacificare ebrei e musulmani e porre fine al conflitto arabo-palestinese. Il progetto architettonico che più di tutti mi è piaciuto è quello per il Bad Blumau Hotel, esposto nella galleria e caratterizzato dallo spirito ecologista e antinquinamento: gli edifici sono costruiti direttamente dentro il terreno e seguono l’andamento del territorio; inoltre, per la particolare struttura urbana non sarebbe stato necessario l’uso delle auto e ogni centimetro di terra poteva essere sfruttato per le attività agricole.

Ritornando alla pittura ho osservato come l’artista ponesse l’uomo al centro della sua arte: il suo rapporto con il mondo esterno viene ripreso più e più volte. L’esterno della casa-condominio presenta diversi elementi che ce lo dimostrano: ogni cosa che si espande verso l’alto richiama l’uomo, mentre tutto ciò che prende una direzione orizzontale si ricongiunge alla natura; per questo i giardini pensili della Hundertwasserhaus sono posti orizzontalmente, con gli alberi che sembrano voler salire verso il cielo, come e dimostrazione di un celebre aforisma del poeta indiano Tagore: “Gli alberi sono lo sforzo infinito della terra per parlare al cielo in ascolto”.

Consiglio vivamente di visitare quella meravigliosa casa piena di arte e natura. Piena dello spirito di un grande artista che ha visto il mondo come nessuno più ha saputo fare.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok