L’ARGILLA IN CATTEDRA

Sabato 9 marzo l’Associazione Piccoli Ceramisti di Scomigo inaugura una mostra di ceramiche a Palazzo Sarcinelli, Galleria Novecento - Conegliano. Lo scopo è celebrare i 60 anni di storia della Scuola di Scomigo (1958-2018) e i 100 anni dalla nascita del Maestro Piero Marcon prematuramente scomparso nel 1971.
La mostra vuole dare al visitatore un panorama storico-evolutivo della scuola, sarà così divisa in tre settori: settore “storico” dal 1958 al 1971 (anno della morte del fondatore Piero Marcon), settore “maestri”, ex-allievi del maestro fondatore e settore “laboratori” con una rassegna di lavori eseguiti dai partecipanti al laboratorio del lunedì, giovedì e sabato.
Le opere del settore “storico” sono state prelevate in parte dalla famiglia Marcon ed in parte dalle raccolte private degli ex-allievi.
Le opere del settore “maestri” sono dedicate ai quattro maestri che ancora oggi sono promotori dei corsi e delle attività dell’associazione: Gianni Da Re, Isidoro Dal Col, Angelo Zanin e Giuseppe Lorenzet e Vito Santin che ha abbandonato la ceramica per dedicarsi alla poesia, pur rimanendo vicino alle attività dell’associazione. In questa sezione sono esposte opere dal 1971 ad oggi e sono rappresentate nel percorso espositivo di ogni singolo ex-allievo.
Il terzo settore “laboratori” è dedicato alle nuove leve che sono la speranza di continuità della scuola: sono circa una quarantina di persone che, in maniera più o meno continuativa, frequentano il laboratorio e talvolta prendono anche iniziative per nuovi orizzonti. In questo settore sono visibili opere con diverse personalità e sensibilità nella continuazione di quel principio di libertà e apertura ai singoli.
In totale alla mostra saranno esposti circa 100 pezzi, dai bassorilievi alle statue, dai vasi all’oggettistica, con le più svariate tecniche di decoro e di interpretazione. Inoltre, per completare la panoramica, saranno esposte delle fotografie con dei particolari delle opere realizzate in paese nel progetto “Scomigo nel percorso della ceramica”.
La mostra è curata da Luciano Caniato che è stato vicino alla scuola fin dai tempi di Piero Marcon e ha redatto per l'occasione il libro “L’argilla in cattedra”; il volume rappresenta una pietra miliare del percorso della scuola perché finalmente è stata messa in ordine una documentazione ben conservata ma mai finora contestualizzata e resa pubblica. Oltre alla preziosa opera di ricerca storica e ai testi di Luciano Caniato è stata indispensabile l’opera del fotografo Piai Arcangelo a cui si devono tutti gli scatti del catalogo e l’operato encomiabile di coordinamento e di catalogazione svolto dal Presidente dell’associazione Renzo Salvador.
 
La mostra sarà visitabile fino al 31 marzo 2019 con il seguente orario:
martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 16:00 alle 19:00
sabato e domenica dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00
 
Nel pomeriggio di venerdì 15 marzo alle ore 18.00 presso l’Aula Magna del Convento San Francesco si terrà un convegno che vedrà relatore il Prof. Nico Stringa, Docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università Ca’Foscari e biografo di Arturo Martini (“Arturo Martini: scultura come ceramica, ceramica come scultura”).
 
Per eventuali visite di gruppi (scuole, associazioni o altro) sarà possibile aprire su appuntamento chiamando i seguenti numeri:
3397061504 (Renzo Salvador) – 3473389702 (Laura Peterle)





ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok