Profumo di donna

Prorogata la mostra di Marina Mian sull'universo femminile in simbiosi con la Madre Terra.

Grande successo per la mostra pittorica "Profumo di donna" di Marina Mian, alla Galleria Comunale Piazza Wanda Meyer a Prata di Pordenone. Data l’alta affluenza di pubblico sia le testimonianze dei visitatori e gli importanti numeri ottenuti, che dimostrano di amare la qualità delle opere esposte, il Centro Turistico Gruppo Kennedy (organizzatore) ha concordato la proroga dell’esposizione, che resterà aperta al pubblico fino al prossimo 10 marzo 2019. La mostra sarebbe dovuta terminare il 3 marzo. Cittadini, turisti e appassionati avranno ulteriori giorni di tempo per scoprire e vivere l’esperienza pittorica dedicata all’artista caorlotta. L’obiettivo è approfondire la conoscenza di Marina e del suo mondo attraverso le sue opere, esplorando il contesto creato dalla pittrice e l’interpretazione che l’artista ha dato di ciascun dipinto.

«Il tema della mostra - spiega Marina Mian - prende in esame, la forza, il mistero, e l’essenza della femminilità. Dall’archetipo universale della donna… selvatica… vedi Driadi (figure che dimoravano nei boschi e ne incarnavano la forza e il rigoglio vegetativo), presente nelle saghe diffuse nella mitologia, fino ai giorni nostri. Divenendo così un tassello essenziale per un processo di rigenerazione. È necessario per le donne recuperare il rapporto con l’istintuale e la natura che la cultura occidentale ha quasi completamente smarrito. Uno sguardo, un sorriso, un gesto, sono innumerevoli i dettagli che compongono il mondo di una donna e che rendono ognuna di noi, unica e irripetibile! Un viaggio quindi nell’universo femminile (arcano e misterioso) in simbiosi con la madre terra. La natura - continua l'artista - è uno degli elementi fondamentali dei miei lavori più recenti. Il risultato è la visione di un mio mondo interiore immaginifico, in bilico tra realtà, sogno e fantasia. Un’armonia che lega l’uomo e la natura in un modo perfetto e che purtroppo sembra ormai essere un’utopia. Dipingo la sensibilità degli esseri e delle cose che mi circondano unendo tutta la purezza e la bellezza che li descrivono. Dipingere per me è una necessità per cercare di mantenere in vita idee e valori. Esprimermi, svelarmi agli altri, occupare uno spazio in questo mondo».

La mostra resterà aperta il martedì, giovedì, venerdì, sabato dalle 17.00 alle 19.00 e domenica dalle 9.30 alle 12.00 dalle 15.30 alle 19.00.

 






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok