VIENNA WAITS FOR YOU!

Vienna e le sue meraviglie

Poche settimane fa ho avuto il piacere di fare un viaggio d’istruzione a Vienna, una delle capitali più belle del mondo, beneficiaria di una grandissima eredità artistica e architettonica che ho potuto ammirare e osservare in tutti i suoi particolari.

Non voglio parlare del viaggio in sé, ma focalizzarmi su ciò che ho visto e che più mi ha colpito.

Innanzitutto, la magnifica Chiesa Votiva, costruita in stile neogotico dopo il fallito attentato di un indipendentista ungherese all’imperatore Francesco Giuseppe.

Spostandosi nel Graben (la via centrale di Vienna) salta subito all’occhio la Colonna della Peste (Pestsäule in tedesco): nonostante essa riprenda molto i canoni della scultura barocca per i numerosi elementi raffigurati, la massiccia presenza di curve e ramificazioni la identifica come uno dei primi esempi di stile Rococò.

L’Hofburg è uno dei primi importanti siti da vedere. Si tratta del principale complesso residenziale della famiglia imperiale austriaca (il secondo è il palazzo di Schönbrunn, più recente e periferico). Tale residenza è divenuta molto famosa per gli appartamenti reali dell’imperatore Francesco Giuseppe e la moglie Elisabetta, più famosa come “Sissi”. L’interno è davvero bellissimo: a partire dal Museo delle Argenterie, gli ambienti sono tenuti con molta cura (persino gli attrezzi ginnici appartenuti all’imperatrice). Di quel castello mi ha colpito molto la magnificenza delle stanze e la sobrietà degli arredi, tanto cara alla coppia imperiale. Nello stesso complesso imperiale è possibile visitare anche la Scuola di Equitazione Spagnola, la Biblioteca Nazionale, la Cappella Imperiale e diversi musei.

Un giornata intera va dedicata alla visita del Palazzo di Schönbrunn, nella periferia ovest di Vienna. A primo impatto ricorda le altre grandi regge europee (Versailles, Caserta) ma la particolare ubicazione lo rende del tutto unico. Per prima cosa l’edificio ha ben 1.441 stanze di cui 190 aperte al pubblico. Gli interni furono progettati non solo per essere abitati dalla famiglia imperiale ma anche per essere luogo di rappresentanza politica, cerimonie e feste. La stanza che più mi è rimasta impressa è di sicuro la Gran Galleria. Sfarzosa, ricca di stucchi dorati, largamente illuminata da oltre sessanta lampade e decorata da molti dipinti barocchi. Il parco è immenso: c’è lo zoo (uno dei più antichi al mondo), i labirinti, i giardini botanici e la Gloriette, che domina dalla collina antistante il palazzo. Da vedere, assolutamente.

Un altro palazzo che merita una visita è il Belvedere: sede della Galleria austriaca del Belvedere, ospita un’enorme mostra di opere d’arte che vanno dal periodo gotico all’arte moderna, passando per tutte le correnti artistiche dello scorso millennio. Esso ospita diversi dipinti celebri in tutto il mondo: l’esempio più lampante è il Bacio di Gustav Klimt, quadro in stile liberty del grande pittore protagonista della secessione viennese. Nella parte inferiore del castello invece si trovano due mostre: la prima mette in esposizione opere di pittori come Lawrence Alma-Tadema (che dire realistiche è riduttivo), Ferdinand Georg Waldmüller, Tina Blau e molti altri; la seconda invece tratta l’arte moderna. Fra le molte e bizzarre opere presenti, compaiono nomi di spicco come Pablo Picasso, Salvador Dalì e l’italiano Giorgio De Chirico.

Tra le varie mete degne di nota anche diverse chiese e architetture civili: il Duomo di Santo Stefano, il municipio (davvero maestoso), il Parlamento, la Karlskirche (capolavoro in stile barocco), il Prater (con giro sulla ruota panoramica), la Cripta Imperiale e la già raccontata Hundertwasserhaus.

Questo è stato sicuramente uno dei viaggi più belli in assoluto: i monumenti, i palazzi, le chiese... tutto magnifico. Vienna è sicuramente una città in cui l’arte e la storia si possono davvero respirare, non a caso molti dei monumenti visti, sono Patrimonio dell’Umanità. Ricorderò con molto piacere Vienna, che vi invito a vedere e ammirare al più presto. Coraggio, Vienna vi aspetta!






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok