Il Miglior Regalo: 90 minuti carichi di potenti storie di riconciliazione

Il film, targato "Infinito + 1", è pronto per essere trasmesso anche nelle sale cinematografiche italiane

Qualcuno sta per uccidere qualcun’altro. E purtroppo non è solo un film.

Ci arrendiamo... o cerchiamo un altro finale?

Esiste un’arma capace di porre fine a qualsiasi conflitto. L’hanno già usata in Francia, Spagna, Irlanda, Messico, Colombia, Ruanda... e funziona sempre. Il suo potere costruttivo è illimitato. Inoltre è gratuita. Ma bisogna essere molto coraggiosi per usarla. I greci la chiamano “hyper-don”: il miglior regalo.

Questo è il titolo dell’ultima produzione della casa cinematografica spagnola Infinito + 1 che uscirà anche nelle sale italiane dal 28 febbraio.

LE PAROLE DEL REGISTA, JUAN MANUEL COTELO:

“Il buono uccide il cattivo e il pubblico applaude”. Una formula classica, considerata come il perfetto “lieto fine”. Ma... qualcosa non quadra, no?

Perché se la violenza fosse relegata all’interno dello schermo, nell’ambito della finzione… potrebbe anche servire. Ma non è così.

La cruda realtà ci mostra che da ogni parte, si applica l’antica legge “occhio per occhio, dente per dente”… e le conseguenze sono divisioni, rancori, odio, violenza, insulti, umiliazioni… Conclusione: questo finale non è lieto e non è nemmeno un finale, semmai l’inizio di una serie interminabile di capitoli tristi, i cui protagonisti sono persone reali, in carne ed ossa.

Di fronte al panorama desolante di una cultura della divisione e del conflitto, possiamo farci contagiare e unirci alla guerra... o semplicemente lamentarci… oppure fare qualcosa di positivo per fronteggiare i molti “haters” che si muovono senza alcun freno.

La mia scelta è chiara: AZIONE! Desidero fomentare la pace nella società, facendo conoscere l’efficacia del perdono. Perché non conosco nessun altro rimedio che abbia la capacità di porre fine ad ogni conflitto.

Chiedere perdono e perdonare funziona. Nel 100% dei conflitti.

Il Miglior Regalo lo presenta in modo evidente, non con teorie, ma con storie reali di riconciliazione, nelle quali la pace finalmente trionfa sulla guerra. E in ogni caso, questa vittoria sembrava impossibile.

Per questo non mi accontento che Il Miglior Regalo “piaccia”. Aspiro a qualcosa di più importante: che guarisca ferite profonde nei cuori degli spettatori. Desidero che tutti ricevano la forza per chiedere perdono e per perdonare. Questo sì che è un lieto fine.

Attraverso il sito internet dedicato è possibile richiedere che il film esca nella propria città, indicando in quale sala cinematografica si desidera vederlo. Questo sistema permette alla produzione di conoscere la reale richiesta del film, sala per sala, città per città, nazione per nazione… prima ancora che esca. In questo modo si garantisce ai gestori il maggior incasso per ogni copia messa in circolazione, considerato che tutto il ricavato serve a pagare le spese vive di produzione e eventualmente a finanziare nuovi progetti. Il film uscirà nelle sale cinematografiche delle città in cui si saranno raccolte maggiori richieste.

Per saperne di più sulla casa di produzione cinematografica rimandiamo all’articolo Infinito + 1 pubblicato nella nostra rivista in data 25.11.2016.

Per approfondimenti sul film rimandiamo all'articolo pubblicato sulla rivista cartacea "QualBuonVento" n°2 Sett.-Dic. 2017.

Trailer IL MIGLIOR REGALO from infinitomasuno.org on Vimeo.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok