Il Primo Natale

Anno Zero: nel Cuore dell'Uomo

Ieri sera Canale 5 dava in prima visione il film di Nataleil primo – realizzato nel 2019 dal duo comico Ficarra e Picone. Un film che fa ridere, certo, ma non solo: fa anche riflettere, molto.

Ci sono due uomini che non potrebbero essere più diversi tra loro: un sacerdote e un ladro. Uno impegnato nella riproduzione fedelissima della Natività in parrocchia; l’altro solo in una casa-sacrario, pronto a cogliere ogni buona occasione gli si presenti per fare bottino (di arte sacra, naturalmente!)

Si dà il caso che sacro e profano si incontrino, per vivere un’avventura che rompe ogni confine spazio-temporale. Il sacerdote e il ladro si ritroveranno nell’Anno Zero, in cerca di Gesù.

Di qui l’invito a fare un viaggio, che mette a dura prova le nostre convinzioni. Non si viaggia certo comodi! Ci sono soldati a cavallo, scene di fuga nel deserto, immagini di fatica, sete e fame, bambini urlanti, bestie feroci, caldo torrido, mare in tempesta…

Ma in tutto questo si fa strada ciò che conta davvero: amare il prossimo. Questo ci rende veramente umani e dà pienezza alla nostra vita, per quanto umile e travagliata essa sia!

E così accade che cercando Dio scopriamo la nostra vera natura: diventiamo più uomini.

Mi pare questo il senso profondo del film, universale e attualissimo. Si può anche non essere cristiani, eppure il senso rimane lo stesso.

A detta degli autori in un’intervista, il film nasce da un’urgenza: «Chiacchierando con un paio di amici ci siamo resi conto che quasi tutti i film delle Feste parlano di Babbo Natale. E non si parla mai di Gesù Bambino, che poi sarebbe il vero festeggiato, visto che è il suo compleanno. Noi raccontiamo di un uomo nato 2019 anni fa e che di certo ha cambiato la storia del mondo (…) L’obiettivo del nostro viaggio non è convincere qualcuno di qualcosa, ma fare in modo che lo spettatore esca dal cinema divertito e arricchito. Anche solo di un dubbio, di una domanda su quello che gli succede intorno».

In fondo domandare è già cercare… Ognuno a suo tempo e a suo modo troverà la risposta. O forse è già qui.








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok