Infinito+1 presenta… L'Ultima Cima

La vita di don Pablo Dominguez, un giovane sacerdote appassionato scalatore di montagna, che sapeva comunicare speranza e gioia a tutti coloro che incontrava, sarebbe rimasta sconosciuta al grande pubblico se il regista Juan Manuel Cotelo non avesse deciso di raccontarla in un film.

La Ultima Cima è la storia di un sacerdote straordinario, Pablo Domínguez.

Nato a Madrid nel 1966, Pablo è stato ordinato sacerdote nel 1991. Laureato in Filosofia e Teologia, ha scritto sette libri, pubblicato decine di articoli e tenuto oltre cinquanta conferenze (l’ultima è stata assunta come detonatore del film-documentario).  Don Pablo era conosciuto ed amato da un numero incalcolabile di persone, che hanno lasciato di lui una preziosa testimonianza. Dicono che fosse simpatico e divertente anche nelle situazioni più difficili. Faceva fatica a dire “io”, perché era sempre proteso verso il prossimo. Non aveva paura né della vita né della morte. Era innamorato di Dio e contagiava gli altri. Le sue messe erano piene di gente, perché era bello sentirlo predicare. Amava la montagna ed era un bravo scalatore. Ha scalato tutte le cime spagnole di 2.000 metri, le cime delle Alpi di 4.000 metri, e vette ancora più alte in America e Asia. Quando poteva, celebrava sempre la messa sulla cima. Sacerdoti, suore e ordini monastici in giro per il mondo gli chiedevano di predicare gli esercizi spirituali. E lui non sapeva dire di no. Nel 2009 una richiesta lo ha portato in un convento cistercense, a Tulebras (Navarra). In quell’occasione egli ha parlato della morte con allegria. Il giorno dopo è salito sul Moncayo (2.300 metri), l’ultima cima spagnola che voleva conquistare. Le ultime parole che ha rivolto alla sua famiglia per telefono, alcuni minuti prima di morire, sono state… sono arrivato alla Cima. Aveva 42 anni.

L’Ultima Cima mostra l’impronta profonda che può lasciare un buon sacerdote nelle persone che incrocia. E provoca una domanda compromettente nello spettatore: Potrei vivere anch’io così?

L'intensità delle emozioni che scandiscono il film è data dalle molteplici e significative testimonianze, che tratteggiano un esempio di prete buono, coerente e felice, innamorato di Dio e del prossimo, capace di infondere speranza in chi gli stava vicino attraverso semplici gesti e parole. Una storia potente, che ha già prodotto molte conversioni.  

Il film è acquistabile direttamente dal sito di Infinito+1 a questo link o tramite le Librerie San Paolo e Paoline. La finalità della vendita – ricordiamolo - è consentire alla casa di produzione cinematografica di pagare i costi vivi e finanziare nuovi progetti, in un circolo virtuoso che le consente di continuare ad esistere e a diffondere i suoi messaggi in un’incessante ricerca della verità o, quanto meno, del senso profondo dell’esistenza.








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok