Cinema

09 Nov 2016


PIPER, il nuovo delicato e profondo corto Pixar

"È la storia di come si fa a diventare grandi in un mondo che sembra così vasto e spaventoso e di come trovare il coraggio per andare oltre le nostre paure"

In questi giorni Disney ha pubblicato per la prima volta in rete "Piper", il nuovo cortometraggio Pixar, anticipato nelle sale cinematografiche lo scorso settembre con l'uscita di "Alla ricerca di Dory".

"Piper" è la storia di un piccolo adorabile Piovanello, che si apre alla vita con gioia, entusiasmo, trepidazione e timore. Invitato da sua mamma ad avvicinarsi all'oceano, Piper non esita a farlo, incurante della potenza dirompente di quelle onde che di lì a poco lo avrebbero travolto e spaventato. È la tipica ingenuità infantile: a chi non è capitato, da bambino, di essere fortemente attratto da qualcosa che si sarebbe poi rivelato affascinante ma temibile insieme? Piper conosce così la paura, un'emozione nuova che ora lo pone in un atteggiamento di difesa nei confronti della vita: impensabile, per lui, la sola ipotesi di riavvicinarsi al mare.

Ma arriva sempre un momento nella vita in cui è inevitabile dover affrontare delle sfide, quindi fronteggiare le proprie paure. La vita stessa ci presenta degli ostacoli ma ci fornisce anche i mezzi per superarli... Così, se al pressante richiamo della fame si aggiungono la curiosità e il desiderio di scoperta, ecco arrivato per Piper il momento di mettere da parte il timore e provare a superare quelli che a lui paiono degli ostacoli insormontabili; è proprio allora che la paura si fa da parte e la scoperta si fa magica.

Un’animazione splendida - creata da Alan Barillaro con musiche di Adrian Belew - che vi invitiamo a guardare.








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok