Polar Express

Un viaggio nella magia del Natale: un’animazione spettacolare e una storia toccante, adatta a grandi e piccini, per non smettere mai di sognare...

Quante volte, da bambini, abbiamo immaginato il Polo Nord e sognato di incontrare Babbo Natale e le sue renne? Quante volte invece ora, da adulti, vorremmo poter rivivere la magia del Natale e l’incredibile bellezza di continuare a crederci? Polar Express ci permette di viaggiare ancora su quel treno pieno di sogni e di speranze.

A cinque minuti dalla mezzanotte, un bambino vede arrivare davanti a casa sua Polar Express, un treno fantasmagorico. Scettico sulla sua funzionalità, decide ugualmente di cogliere al volo l’occasione e avventurarsi in un viaggio con destinazione Polo Nord: scoprirà così la vera dimora di Babbo Natale e, soprattutto, il significato della parola “credere”.

L'originalità della pellicola sta nell’essere stata interamente girata con la formula dell’animazione digitalizzata in 3D ma con l’ausilio di attori in carne ed ossa performance capture: tutte le movenze e le espressioni degli attori reali sono state riprese e poi digitalizzate e inserite in scenari creati al computer (tecnicamente, live-action in computer-animated movie).

L’opera d’animazione, diretta da Robert Zemeckis, esalta un inedito Tom Hanks che interpreta ben quattro personaggi – Capotreno, Babbo Natale, Vagabondo, Padre. La magia del Natale viene evocata ed enfatizzata attraverso una meticolosa attenzione ai dettagli che creano un’atmosfera unica e speciale. Il treno, la neve, i biglietti d’oro, gli elfi ci mostrano un Natale in cui è ancora facile credere e sognare; non solo viaggiare con la fantasia ma anche tingere la realtà con i colori della fantasia! Il film, che modernizza la tradizione del Natale (con particolare riferimento alla tradizione anglosassone), appare una favola moderna in cui i sentimenti prendono il sopravvento e le “lezioni di vita” impartite si tramutano in messaggi essenziali e straordinari. Eccezionale poi – direi quasi miracolosa, per la sua extra-ordinarietà, appunto – è la dolcezza che si legge negli occhi del piccolo protagonista, che interpella il bambino che è in noi e concorre a definire l’atmosfera magica di Polar Express. Immancabili le tradizionali Santa Claus is Coming to Town e Jingle Bells, simboli natalizi che toccano la nostra dimensione emotiva, soffocata, a volta, da troppa razionalità, evocando tutto ciò che credevamo vero e a cui forse vale ancora la pena credere davvero…

Tratto da un libro dello scrittore Van Allsburg, Polar Express è, senza dubbio, una delle storie più belle mai raccontate, una storia che solletica la nostra sensibilità, per stupirci ancora delle piccole cose, credere nei buoni sentimenti, viaggiare con la fantasia e vivere la realtà con un pizzico di magia.

 

Il vero spirito del Natale alberga nel tuo cuore








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok