Letteratura

30 Gen 2017


Il risveglio delle coscienze e la speranza in un futuro “migliore”

Un libro e un progetto per educare le persone a un corretto stile di vita e al rispetto dell’ambiente: condizione necessaria a una vita sana e felice.

Siamo cresciuti nella convinzione che per essere felici occorra consumare, e abbiamo ceduto il passo a un sistema anonimo il cui unico fine è quello di produrre, costi quel che costi. Così, quasi senza accorgercene, siamo diventati ingranaggi di una mega-macchina che in nome del progresso - inteso come profitto e potenza tecnica - sacrifica tutto ciò che è naturale, valoriale, umano.

Cosa accadrebbe al Pianeta se un giorno non tornasse la primavera? Che ne sarebbe dell’Uomo se nel suo animo non fiorissero più sentimenti come l’amore, l’altruismo, il coraggio e la speranza?

Abbiamo proprio bisogno di crescere nel consumo dell’effimero per essere felici? O, al contrario, la felicità va’ riscoperta in una vita umana autentica, rispettosa di tutto ciò che la circonda e la costituisce come essere-nel-mondo?

Luigi Emmolo con il suo primo libro “Se la primavera non tornasse…” affida all’alito del vento una storia destinata ad arrivare al cuore di tutti coloro che lasciano uno spiraglio aperto al cambiamento.

«È una fiaba (ma anche un libro di avventura e d’amore) – racconta l’autore – nata con lo scopo di sensibilizzare le persone (dai 9-10 anni in su) sui problemi ambientali e su quei valori che si stanno perdendo ma che sono anche quelli che danno un senso profondo alla nostra esistenza: la famiglia, l’amicizia, il rispetto, l’altruismo, l’umiltà, la natura, la salute e la libertà. È inoltre un attacco al sistema della crescita, al sistema dei consumi, di cui siamo vittime e complici, consapevoli e non. In altri termini, è un libro sulla decrescita felice»

Luigi Emmolo, laureato in biologia molecolare a Catania, attualmente insegna Scienze all’I.S.I.S.S. G. B. Cerletti di Conegliano, dove ricopre anche il ruolo di referente del “Comitato ambiente”. Il suo libro, edito nel 2015 con BookSprint Edizioni, ha vinto la fase web del prestigioso concorso nazionale “Casa Sanremo Writers 2016”, un’iniziativa culturale che si è svolta parallelamente alla celebre manifestazione canora. Sia come insegnante che come scrittore, Luigi Emmolo esplica la vocazione a parlare della natura, mettendone in risalto le bellezze e sensibilizzando sui rischi che essa (e l’uomo in essa) corre a causa di molteplici comportamenti incuranti. Coerentemente con questa missione, dall’anno scorso, il prof. Emmolo svolge – gratuitamente – campagne di sensibilizzazione nelle scuole di tutta Italia su temi che riguardano l’ambiente e la salute, avendo già incontrato migliaia di bambini e ragazzi! Quest’anno ha indetto un concorso a premi - sponsorizzato da SAVNO, ECOR e dalla ditta DLM di De Luca Guerrino & C. - rivolto a tutte le scuole della provincia di Treviso.

Il progetto prevede una serie di interventi interessanti e qualificati:

- il prof. Luigi Emmolo presenterà il suo libro e si renderà disponibile a discutere sui problemi ambientali;

- la dott.ssa Mary Nicastro, nutrizionista, approfondirà il tema dell’alimentazione sana ed ecosostenibile;

- Giacomo Dall’Ava, filosofo della mente, parlerà degli effetti benefici del contatto con la natura e dell’ambiente (indoor e outdoor) sullo sviluppo psico-fisico del bambino e dei danni causati dalla dipendenza da cellulari e da computer;

- alcuni professionisti della SAVNO affronteranno il tema dei rifiuti e realizzeranno laboratori di riciclo creativo;

- il Sig. Saccon presenterà la sua invenzione, la cucina solare, e parlerà di energie rinnovabili.

Tutti gli interventi sono forniti alla scuola gratuitamente. Le scuole che volessero aderire possono richiedere l’unità didattica interdisciplinare, il materiale didattico necessario per realizzarla e/o il regolamento del concorso all’indirizzo e-mail luigi.emmolo@virgilio.it. È possibile iscriversi al concorso entro il 20 di febbraio 2017.

La parte relativa al concorso prevede parecchi premi, sotto forma di buoni acquisto, per gli alunni che realizzano la migliore recensione o il miglior disegno/scatto fotografico su un capitolo del libro (“Se la primavera non tornasse…”) ritenuto dall’alunno particolarmente significativo.

È in cantiere la possibilità di realizzare, nei prossimi anni, una rappresentazione teatrale del libro.

Le tematiche messe in campo dal libro e dal progetto toccano tutti personalmente. Dobbiamo prenderne atto. Ciascuno di noi gioca un ruolo importante, nel bene e nel male, rispetto a quanto sta accadendo a livello sociale e ambientale. Quando si parla di anomalie climatiche, scioglimento dei ghiacciai, inquinamento, diffusione di agenti patogeni resistenti agli antibiotici, estinzione di specie naturali, etc., c’è sempre una responsabilità personale. Sensibilizzando bambini e ragazzi, si possono gettare le basi di una (nuova) società che viva in simbiosi con il territorio, rispettandolo e intuendo ciò di cui esso ha bisogno per poter continuare a donarci bellezza e sostentamento.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok