“Le avventure del Barone di Münchhausen” di Rudolf Erich Raspe

Quando il tempo della lettura diventa sano divertimento per tutta la famiglia...

Una breve premessa: chiunque dopo questa breve considerazione abbia in mente di leggere questo libro si regga ben forte, perché “Le avventure del Barone di Münchhausen” lo porteranno in alto, molto in alto!

L’opera maggiore del saggista, scrittore e scienziato tedesco Rudolf Erich Raspe, pubblicata a puntate nel 1785 – benché esista una prima versione del 1781 in tedesco e priva di autore –, in realtà non è altro che la più fedele e libera trascrizione delle storie raccontate dal vero barone Hieronymus Karl Friedrich von Münchhausen ai suoi amici: dopo una brillante carriera militare al seguito di Alberto Ulrico II di Brunswick-Wolfenbüttel in principio e poi come capitano di cavalleria dell’esercito russo, il barone (ritiratosi a vita privata con la moglie) si diverte a raccontare pazze ed incredibili storie a tutti gli ospiti delle sue serate; i racconti, per improbabili che siano, riscuotono un grande successo nella nobiltà tedesca fino a diventare parte della cultura popolare e venire trascritti da Raspe, che li filtra ulteriormente e li pubblica in lingua inglese.

Dal celebre viaggio a cavallo di una palla di cannone fino ai viaggi sulla Luna passando per il ponte alto come l’arcobaleno e non per ultime le avventure in mare, quello sul Barone di Münchhausen può certamente essere definito come un libro il cui contenuto arriva ai limiti dell’umano, sia per la distanza percorsa (dal centro della Terra fino alla Luna) sia per il miscuglio così eterogeneo ma divertente di storie e dettagli raccontati; lo stile, particolarmente grezzo e slegato dai soliti schemi letterari delle autobiografie, risulta essere tuttavia molto piacevole per la scorrevolezza e la naturalezza del racconto, come se il barone lo stesse narrando di persona al termine di una cena fra amici.

Sebbene sia spesso etichettato come libro per ragazzi, trovo che “Le avventure del Barone di Münchhausen” siano un perfetto esempio di letteratura contro la noia quotidiana: i racconti sono eccessivi, assurdi abbastanza che il tempo della lettura diventa sano divertimento per tutta la famiglia. È pur sempre un cambiamento della materia: il riso che rigenera e diventa tempo, diventa Vita.






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok