Letteratura

24 Mag 2017


“Pensieri ai confini del mare”. Al via i "giovedì letterari" del Premio Gambrinus "Giuseppe Mazzotti"

Primo appuntamento giovedì 25 maggio con Sergio Bambaren, autore del best-seller "Il delfino" (Sperling & Kupfer, 1995), tradotto in più di di 25 lingue e venduto in 11 milioni di copie in tutto il mondo, e ora nelle librerie con il suo ultimo romanzo “Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono” (Sperling & Kupfer, 2017).

L’autore del best seller “Il delfino”, tradotto in più di 25 lingue e venduto in 11 milioni di copie in tutto il mondo, e ora nelle librerie con il suo ultimo libro “Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono” (Sperling & Kupfer, 2017), sarà al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (TV) alle 19.00 per raccontare la propria visione ecologista, tra esperienze di vita e scrittura.

In questa occasione sarà anche presentato il cofanetto intitolato “Pensieri ai confini del mare”, una preziosa raccolta di frasi inedite dello scrittore accompagnate dalle immagini realizzate dalla fotografa Ecaterina Leonte, edito dalla trevigiana Michael Edizioni.

Sergio Bambaren è stato definito dalla critica “lo scrittore dell’anima” per la capacità di comunicare i sentimenti nei suoi libri e il suo romanzo di maggior successo, nel quale emerge spiccatamente la sua coscienza ecologista, è “Il delfino” (Sperling & Kupfer, 1995) con oltre 11 milioni di copie vendute nel mondo. Giovedì 25 maggio alle ore 19.00 Barbaren sarà al Parco Gambrinus di San Polo di Piave (TV) per raccontare la propria visione ecologista, tra esperienze di vita e scrittura. Un ospite d'eccezione, dunque, per il primo dei “Giovedì letterari” organizzati dal Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” che quest’anno accompagneranno le diverse fasi dello storico riconoscimento dedicato al letterato trevigiano.

L’incontro sarà presentato dalla scrittrice e membro della giuria del Premio Mirella Tenderini. In questa occasione sarà anche presentato il cofanetto intitolato “Pensieri ai confini del mare”, una preziosa raccolta di frasi inedite dello scrittore accompagnate dalle immagini realizzate dalla fotografa Ecaterina Leonte, edito dalla trevigiana Michael Edizioni. 

Bambaren, esperto surfista, sensibile alle battaglie ecologiste per la salvaguardia dei mari, ha origini peruviane ma in gioventù si trasferì a Sydney per lavorare come responsabile vendite di una multinazionale. Dopo parecchi anni in Australia, si concesse una pausa viaggiando nel sud est asiatico, lungo la costa africana e fino in Europa, sempre in cerca dell’onda perfetta. Avvenne così che in Portogallo, in una meravigliosa spiaggia chiamata Guincho, scoprì il significato profondo dell'esistenza: un delfino solitario ispirò nel 1995 il suo primo romanzo di grande successo.

La conoscenza dell'ambiente marino e la volontà di salvaguardare i cetacei hanno reso a Sergio Bambaren l’incarico di vice presidente dell'Organizzazione Ecologica Mundo Azul (Blue World) e lo hanno spinto a viaggiare di continuo, nello sforzo costante di preservare gli oceani e le creature che li abitano.

A San Polo di Piave Bambaren parlerà del suo approccio ecologista e della scrittura come mezzo di divulgazione di una cultura di sostenibilità, aspetti che il Premio Gambrinus Giuseppe Mazzotti condivide sin dalla sua istituzione, 35 anni fa.

Al confronto con l’autore seguirà un brindisi finale con raffinati assaggi proposti dal Ristorante Gambrinus, abbinati ai vini offerti dal Consorzio Prosecco Doc e dal Consorzio Vini Venezia.

La partecipazione all’incontro è gratuita.

Per informazioni: www.premiomazzotti.it






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok