A PENTATONIX CHRISTMAS!

Pur cantando a voci scoperte senza accompagnamento acustico, i "Pentatonix" creano un'armonia musicale completa, grazie a percussioni vocali e a schiocchi di dita. Un "magico" sottofondo melodico per accompagnare la "magia" delle feste...

PENTATONIX (“PTX”) è un gruppo musicale “a cappella” vincitore di 2 Grammy Awards. Affermatosi sulla scena musicale internazionale grazie alla vittoria conseguita nel 2011 con la partecipazione alla terza stagione del talent show statunitense The Sing-Off, il gruppo ha avuto modo di perpetuare il proprio successo con un’intensa produzione musicale ampiamente diffusa online e in EP (“Extended Play”). Dotati di un talento vocale assolutamente fuori dal comune, il gruppo conta 1.756.380.177 visualizzazioni totali su YouTube e, due anni fa, ha dominato le classifiche americane con l’album di successi natalizi “That’s Christmas to me” (disco platino in USA con oltre un milione di copie vendute), dal quale è stato estratto il singolo Dance of the sugar plum fairy, che ha totalizzato più di due milioni di visualizzazioni in una settimana. È bello che il mondo apprezzi e premi un gruppo così carico di appeal nella sua (apparente) semplicità. Finalmente, un meritato plauso universale alla bravura.

Il nome "Pentatonix" deriva dalla scala musicale pentatonica, composta da cinque toni (note) e da 5 “modi” diversi, che, a bene vedere, rappresentano le cinque voci dei componenti del gruppo e le loro estensioni vocali.

Il gruppo nasce da un trio di amici d’infanzia: Scott Richard Hoying (nato il 17 settembre 1991), di origini tedesche e inglesi, pianista e baritono con un’estensione di 5 ottave; Kirstin Taylor Maldonado (nata il 16 maggio 1992), di origine spagnola, mezzosoprano con ruolo di contralto e di soprano nel gruppo; Mitchell Coby Michael Grassi (nato il 24 luglio 1992), di origine italiana, pianista e controtenore ma anche contralto e soprano. I tre nascono ad Arlington in Texas, dove frequentano insieme il liceo, studiando canto, recitazione e pianoforte; dopo aver più volte calcato i palcoscenici della propria città, riescono a mettersi in luce su YouTube grazie alla cover, eseguita “a capella”, di Telephone. Separatisi in occasione dell’iscrizione all’Università, i tre ragazzi si ritrovano quando lo stesso Scott Hoying avanza la proposta di partecipare al talent The Sing-Off nella sezione per gruppi “a cappella”; il regolamento, però, prevedeva l’iscrizione di gruppi formati da almeno cinque componenti. Così, il giorno prima dell’audizione, i membri dell’originale trio decidono di incontrare Avriel Benjamin Kaplan (nato il 17 aprile 1989 in California), chitarrista e basso, conosciuto tramite un amico. Quindi, contattano Kevin Oluwole Olusola (nato il 5 ottobre 1988, in Kentucky), che avevano visto su YouTube suonare il violoncello e contemporaneamente fare “beatbox”; il ragazzo, di origini nigeriane, che sin da bambino suonava in chiesa violoncello, sassofono e pianoforte, diventa il “beatboxer” del gruppo, entrando a volte nel coro come baritono. Avriel e Kevin sono i responsabili della “sezione ritmica” che sostiene le voci del trio fondatore, impegnate in linee melodiche e cori; i due verranno soprannominati “meat and potatoes” dai giudici di The Sing-Off proprio per il loro contributo di contorno eppure sostanziale al sound del gruppo.

Il repertorio del gruppo è prevalentemente pop, ma varia anche su altri stili musicali, quali reggae, dubstep, electro, hip hop e classico. Tra le loro produzioni, quelle più note sono cover, medley e mash-up, ma si trovano anche molti pezzi originali.  

In prossimità delle festività natalizie segnaliamo il loro ultimo album “A Pentatonix Christmas” di cui fa parte la meravigliosa versione di Halleluja che abbiamo riportato sotto (quale migliore omaggio a Leonard Cohen...).








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok