GIORGIO COSTANTINI, “FLOW”: OMAGGIO A VENEZIA

Giorgio Costantini, pianista e compositore veneziano, ha presentato il suo nuovo brano, "Flow", in occasione della 73a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Flow è il brano strumentale (con annesso video) che il pianista e compositore veneziano Giorgio Costantini ha presentato martedì (6 settembre) alla 73a Mostra del Cinema di Venezia nell’ambito "Spazio Regione Veneto", il programma di eventi e di incontri nato dalla collaborazione tra Direzione Cultura Regione del Veneto e La Biennale.

Il brano è stato registrato nella frequenza nota come Accordatura aurea o armonico della rotazione terrestre, ed è stato composto, parallelamente al montaggio del video, proprio al Lido di Venezia, nella casa dove il pianista è cresciuto - a soli pochi numeri civici dalla sede della Mostra del Cinema.

La regia e le riprese del videogià premiato al Festival Pasinetti 2016 per corto e micro metraggio nella sezione "Venezia una città" – sono state curate dallo stesso Costantini, che ha voluto catturare in immagini il fluire della propria città, osservata attentamente per tre anni nella sua incantevole alternanza di colori. Il risultato è una perfetta alchimia di luci – quella dell’alba e quella del crepuscolo – accompagnata magistralmente dall’intonazione degli strumenti, per narrare, come mai prima, la bellezza senza tempo e senza eguali di Venezia. 

 «Flow - racconta Giorgio Costantini - nasce da una sfida che mi sono imposto: condividere con tante altre persone le immagini della mia Venezia, nel suo massimo splendore, insieme alla musica giusta, quella che mi emoziona».

Il brano anticipa l’uscita di "Dreamers", il nuovo album di inediti di Giorgio Costantini, in uscita nei digital store ad ottobre.

 








ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok