Musica

20 Giu 2017


I SOLISTI VENETI A CONEGLIANO

Giovedì 22 giugno 2017 (ore 21.00) nel Chiostro di San Francesco l’atteso evento musicale a coronamento della mostra Bellini e i Belliniani

S’intitola I VENETI DAL CINQUECENTO AD OGGI e corona con un atteso evento musicale l´attuale mostra dedicata a Bellini e i Belliniani, il prossimo appuntamento del “VENETO FESTIVAL 2017” (47° Festival Internazionale G. Tartini)*, organizzato in collaborazione con la CITTÀ DI CONEGLIANO, con la PROVINCIA DI TREVISO - RETEVENTI CULTURA e con la CASSA DI RISPARMIO DEL VENETO e annunciato per GIOVEDI 22 GIUGNO 2017 alle ore 21 a CONEGLIANO nel CHIOSTRO DI SAN FRANCESCO.

Protagonisti della serata “I Solisti Veneti” e il loro fondatore e direttore, Claudio Scimone. Con la maestria che li contraddistingue, interpreteranno pagine musicali che saranno esclusivamente di compositori veneti per illustrare il rapporto fra musica e arte nel segno dell’ideale veneto dell’unità delle arti. Ricco e vario il programma della serata che si aprirà con quattro suggestive Fantasie che Giovanni Bassano scrisse nel 1585, di poco posteriori a Giovanni Bellini – il celebre Giambellino – e perfettamente contemporanee agli allievi che di lui perpetuarono lo stile pittorico. Suggestiva la successiva Sinfonia avanti il barcheggio per tromba e archi, di Alessandro Stradella, che evoca tempi nei quali la lenta navigazione era in Veneto, come ovunque, anche un piacere. Tempi andati purtroppo, che solo si possono sognare, immersi nella spirale della velocità del Duemila! Un capolavoro oggi famosissimo è invece il Concerto in re minore op. 9 n. 2 per oboe e archi di Tomaso Albinoni, con quel suo secondo movimento, Adagio, che è un´autentica apoteosi del melodismo; uno di quei miracoli musicali che solo Venezia e i veneziani hanno saputo produrre. Un po´ come i colori e le simmetrie rinascimentali del Giambellino, verrebbe proprio da dire; mai visti prima, mai eguagliati dopo. Venezianissimo – ma tutto il programma del 22 giugno è squisitamente veneziano – anche il vivace Concerto a quattro in sol minore di Baldassare Galuppi, non più rinascimentale e in verità neanche più veramente barocco, bensì ormai classico, d´altro canto di Galuppi si disse – e con buone ragione – che era il Mozart veneziano. Concluderà l´attesa serata una pagina contemporanea di Giuseppe De Marzi: la Meditazione su Signore delle cime che il Compositore veneto ha recentemente dedicato a “I Solisti Veneti”. Per affetto, dopo tanti anni di collaborazione, ma anche nel nome di un comune ideale: la bellezza della musica. E proprio lo stile di De Marzi, così composto, classico, elegante è la più bella chiusura di un programma che celebra in musica e pittura lo stile veneto. La vivente dimostrazione che il messaggio artistico di Venezia vive ancora. Forse, di tutti questi musicisti, De Marzi è davvero il più rinascimentale! 

  * Il “VENETO FESTIVAL”, spettacolare evoluzione artistica del Festival Tartiniano, giunge quest’anno alla sua quarantasettesima edizione confermando la propria vocazione all’esaltazione e alla diffusione del ricchissimo patrimonio musicale di tutti i tempi. Nel corso dei prossimi mesi infatti il Festival presenterà al pubblico un vasto e multiforme calendario di concerti, itinerando nei luoghi artisticamente più interessanti del Veneto e delle regioni limitrofe. Le numerose manifestazioni del Festival, caratterizzate dall’esecuzione di opere celebri e amate ma anche di pagine musicali bellissime e talvolta meno note, si arricchiranno della presenza di artisti di fama internazionale appositamente invitati ad interpretarle per conferire ampiezza e splendore ad una serie di appuntamenti già di per sè eccezionali e a consolidare la fama di un Festival che, per valore culturale e artistico, sin dalla sua fondazione ha oltrepassato le soglie del Veneto e dell’Italia per conquistarsi la più meritata considerazione fra i più prestigiosi e qualificati Festival Internazionali d’Europa.

BIGLIETTI presso Libreria Canova (Via Cavour, 6 – tel. 0438 22680) ) e Libreria Tralerighe (Corte delle Rose, 74 – tel. 0438 1840514).






ABOUT AUTORE





Utilizzando il sito web, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni Ok